Il Comandante Generale dell’Arma Giovanni Nistri in visita al Comando Provinciale reggiano


Dal suo insediamento quale Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri non era ancora stato in terra reggiana. Per questo motivo l’arrivo del vertice dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Giovani Nistri, è stata particolarmente attesa e sentita da tutti i militari reggiani che numerosissimi hanno presenziato all’evento, tenutosi all’interno del cortile della caserma di Corso Cairoli.

Il Generale Nistri è giunto alla caserma “Leone Carmana”, sede del comando Provinciale di Reggio Emilia, alle ore 12,30 di questa mattina. L’alto ufficiale, dopo essere stato ricevuto dal Comandante Provinciale di Reggio Emilia, Colonnello Cristiano Desideri, ha incontrato le Autorità Provinciali (Prefetto Dr.ssa Maria Forte, Presidente del Tribunale Dr.ssa Cristina Beretti, Procuratore Capo della Repubblica Dr. Marco Mescolini, Questore Dr. Antonio Sbordone e Comandate Provinciale della Guardia Finanza Col. Edoardo Moro) che si sono recate al Comando per un saluto al Comandante Generale. Quindi il Generale Nistri ha incontrato gli ufficiali, i comandanti di stazione e una folta rappresentanza di militari della provincia, i Carabinieri Forestali di Reggio Emilia e provincia nonché le delegazioni del Cocer (consiglio centrale di rappresentanza), del Cobar (consiglio di base di rappresentanza) e delle sezioni provinciali dell’Associazione nazionale Carabinieri e Forestali.

Dopo aver salutato personalmente ciascuno dei numerosi militari intervenuti. Quindi, l’atteso intervento del Comandante Generale che ha espresso, a tutti, sentimenti di plauso per lo spirito di abnegazione dimostrato nel servizio svolto quotidianamente a favore delle laboriose comunità di questa provincia e per la salvaguardia del bene comune, rammentando le origini, le tradizioni ed i valori fondanti dell’Istituzione. Infine, ha sottolineato con forza il ruolo fondamentale che riveste “il Carabiniere” nel tessuto sociale italiano, quale costante e, spesso, unico punto di riferimento per i cittadini e le genti, a difesa dalla criminalità sempre più aggressiva e che crea grande preoccupazione. Non sono mancate parole di elogio per le attività repressive condotte dai Carabinieri reggiani sia sul fronte della criminalità comune che su quello della criminalità organizzata. Terminata la visita al Comando Provinciale, l’alto ufficiale si è spostato in provincia facendo visita ai militari della Tenenza e della Stazione Forestale di Scandiano e a quelli della Stazione di San Polo d’Enza presso i cui comandi il Comandante Generale si è intrattenuto circa un’ora incontrando tutti i militari ivi in forza.