Vie-dei-monti-pres-2Una escursione di un giorno nell’Appennino modenese accompagnati da una guida esperta, in grado di illustrare i segreti della flora e della fauna e raccontare le bellezze storiche e culturali.

E’ questa l’opportunità offerta ai turisti dal programma di “Camminappennino 2016”, un calendario con oltre 70 escursioni estive  organizzato dal gruppo trekking “La via dei monti” di Pievepelago  con il patrocinio dei Comuni di Fiumalbo, Pievepelago, Riolunato, Montecreto, Sestola, Fanano, Serramazzoni, Frassinoro, Abetone, dell’Ente per i Parchi e la biodiversità dell’Emilia Centrale (Parco del Frignano) e del consorzio Valli del Cimone.

Con l’arrivo della bella stagione il calendario entra nel vivo e già da questa settimana sono previste una escursione alle cascate del Bucamante, giovedì 23 giugno, e per il prossimo fine settimana è prevista l’unica escursione di due giorni lungo il “cammino delle valli glaciali” tra  Pievepelago e Fiumalbo.

Per prenotare una escursione è possibile telefonare al numero 371 1842531 (email: info@laviadeimonti.com, pagina Facebook La via dei monti informazioni www.laviadeimonti.com).

Il costo è di 12 euro per gli adulti, cinque euro per i bambini con meno di 16 anni, dieci euro per tesserati Cai e gruppi con almeno sei componenti.

Il gruppo trekking “La via dei monti” è formato da guide ambientali escursionistiche che da anni operano in Appennino.

Come sottolinea Davide Pagliai, una delle guide di La via dei monti, «conosciamo le emergenze naturalistiche, fauna e flora tipica dell’Appennino, ma anche cultura, tradizioni, etnografia. Un bagaglio di informazioni che viene ogni volta condividiamo con i camminatori che partecipano alle escursioni. I percorsi non sono particolarmente impegnativi e alla portata di tutti, si cammina in tutto relax per scoprire i segreti del nostro Appennino che sono davvero tanti; in genere si parte al mattino per terminare a metà pomeriggio dopo aver pranzato al sacco».

Il progetto di escursioni promosso da “La via dei monti” è partito da alcuni anni estendendosi all’intero territorio del Cimone e oltre, proponendo calendari di trekking in estate, ciaspolate sulla neve in inverno e camminate a tema anche nei periodi primaverili ed autunnali.

 

I tour tra i borghi abbandonati: di notte sul Cimone, la via Vandelli e i laghi glaciali

Tra le curiosità e le novità del calendario di “Camminappennino 2016” spicca il tour dei borghi abbandonati: un affascinante e misterioso viaggio alla scoperta di centri disabitati presenti in diversi comuni dell’Appennino, a cominciare da Fanano al borgo abbandonato, tra i più suggestivi, delle Caselle; poi a Montecreto nei borghi La Marina, Rovina Mala e Cà Gherardi.

Sarà stupefacente camminare lungo il percorso a carattere etnografico “Antiche genti, antichi mestieri’ a Fiumalbo, tra vecchie strade dei pastori, toccando le famose capanne celtiche e un mulino ad acqua recentemente ristrutturato. Altra escursione suggestiva in programma è quella con destinazione la vetta del  Cimone, con partenza da Doccia di Fiumalbo e salita in notturna con arrivo in vetta in tempo per ammirare il sorgere del sole.

A Pievepelago è in calendario la novità del trekking delle cascate del Rio Valdarno: cinque cascate in un unico giro di dieci chilometri, in uno degli angoli più selvaggi del Parco del Frignano. Sempre a Pievepelago spicca il trekking dei laghi glaciali, nella zona del lago Santo, sotto il massiccio dei monti Rondinaio e Giovo. A Roccapelago, in collaborazione con l’associazione Pro Rocca, si salirà al Monte Rocca con visita al Museo delle Mummie.

Sempre a Fanano, in occasione del Giubileo, sono proposte diverse escursioni sull’antica via Romea, tracciato medievale di pellegrinaggio.

A Montecreto, in collaborazione con l’associazione culturale Montecreto Eventi, è in programma la visita guidata alle miniere e la possibilità di visitare, al termine delle escursioni, il Museo ‘La casa dei leoni di pietra’.

Tra Riolunato e Sestola viene proposto un percorso ai piedi del Cimone, per ammirare le bellezze naturalistiche lungo le valli che d’inverno sono piste da sci. Sempre a Riolunato non poteva mancare il trekking tra natura e storia lungo l’antica via Vandelli; interessante anche il trekking a Barigazzo (Lama Mocogno) che termina con un percorso relax nel centro benessere La Sorgente.

A Frassinoro c’è il trekking nell’alta Val Dragone, mentre a Serramazzoni i turisti saranno accompagnati alla scoperta delle cascate del Bucamante e delle ofioliti dei Sassi di Varana; all’Abetone sono previsti itinerari nella Valle delle Sestaione, prezioso scrigno di biodiversità.

In programma anche escursioni a tema faunistico, come il trekking sulle tracce del lupo. Nonché l’escursione a ‘sei zampe’, accompagnati anche da un educatore cinofilo.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013