giovedì, 20 Giugno 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeAttualita'Approvata al Parlamento europeo la direttiva sulla tutela dei diritti dei consumatori





Approvata al Parlamento europeo la direttiva sulla tutela dei diritti dei consumatori

Dopo due anni di negoziati l`accordo tra le diverse parti politiche è stato finalmente trovato e la nuove norme che mirano a garantire una tutela maggiore ai diritti dei consumatori sono state formalmente approvate. “Sono senz`altro soddisfatto del risultato di oggi”, afferma l`onorevole Tiziano Motti, deputato eletto nelle fila dell`UDC, oggi membro del Partito Popolare Europeo e della Commissione Mercato Interno e Consumatori che ha elaborato il testo finale della direttiva.

“La nuova normativa rafforzerà notevolmente i diritti dei consumatori, i quali saranno più informati sulle clausole dei contratti e sulle condizioni di vendita, oltre che sui tempi di consegna e sulla possibilità di rescissione dei contratti. Il tempo di rimborso in caso di un bene restituito si accorcerà considerevolmente, garantendo il consumatore anche sotto il profilo finanziario. Per fare un esempio concreto, posso citare anche il diritto di ripensamento che, dagli attuali 10 giorni si estenderà fino a 14.

Tiziano Motti è anche fondatore e Presidente di Europa dei Diritti (www.europadeidiritti.com), l`associazione che ha per scopo la difesa dei diritti di tutti i cittadini, sia come consumatori che come produttori. E´comprensibile quindi che il suo pensiero vada sì ai consumatori, ma anche agli imprenditori: “Sono convinto che questa nuova direttiva possa portare vantaggi anche alle piccole e medie imprese, permettendo loro di estendere il proprio business anche nei territori oltre confine, in cui per molti, soprattutto per gli imprenditori più piccoli, è ancora difficile operare a causa della diffidenza che i consumatori mantengono verso le nuove tecnologie, le transazioni on-line, le garanzie di recupero del denaro e di soddisfazione legale nel caso di ripensamento”.

Adesso la direttiva dovrà essere approvata anche dal Consiglio ed in seguito, ad approvazione avvenuta, verrà recepita dai diversi Stati membri. In Italia, una volta recepita dal Governo, integrerà l`attuale Codice del Consumo.

















Ultime notizie