Sciopero ad oltranza all’Idea di Camposanto (ex America Star)


Ha risposto con un atteggiamento di assoluta intransigenza, il rappresentante dell’Idea di Camposanto (ex America Star) alle lavoratrici in sciopero stamattina davanti ai cancelli aziendali per rivendicare il pagamento delle mensilità arretrate e della tredicesima. Così i Sindacati, Fim/Cisl e Fiom/Cgil.

Sono volate parole grosse, offese e minacce verso i Sindacati, atti di vera e propria provocazione, tra cui la decisione di filmare le lavoratrici presenti al presidio, con chiaro scopo intimidatorio, dichiarano Fim/Cisl e Fiom/Cgil.

Di fronte ad un atteggiamento di totale chiusura e indisponibilità a trattare sulle richieste dei Sindacati, Fim/Cisl e Fiom/Cgil insieme alle lavoratrici hanno deciso di proseguire lo sciopero ad oltranza e nei prossimi giorni si annunciano nuove iniziative dimostrative davanti ai cancelli aziendali.

“Un atteggiamento di tale chiusura è inaccettabile – commentano i sindacalisti Gamba (Fim) e Rosvich (Fiom) – le lavoratrici non fanno altro che rivendicare loro diritti. Proseguiremo con tutte le azioni di lottanecessarie per convincere la proprietà ad aprire un confronto”.

Fim e Fiom hanno chiesto l’intervento urgente dell’assessore provinciale Ori e del sindaco di Camposanto Antonella Baldini per poter arrivare ad una mediazione.

(Fiom/Cgil – Fim/Cisl)