Seminari di sicurezza e salute nel settore ceramico


I Sindacati di categoria Femca-Cisl, Filcem-Cgil e Uilcem-Uil hanno organizzato, insieme agli organi di vigilanza e prevenzione Spsal di Modena
e Reggio-Emilia, due giornate seminariali per i rappresentanti dei lavoratori alla sicurezza (RLS) nel settore ceramico il 24 novembre e il 14
dicembre presso l’ospedale civile di Sassuolo.


Le giornate seminariali hanno affrontato temi legati alla salute e sicurezza nelle imprese ceramiche, ma soprattutto il ruolo e le
attribuzioni degli RLS previsti per legge (art.19 legge 626/94 ed integrazioni successive).

La partecipazione a tali iniziative ha visto la significativa presenza di 63 RLS della ceramica su un totale di circa 110 complessivi. La discussione
si è incentrata su come coniugare l’attività degli organi di vigilanza e il ruolo del rappresentante dei lavoratori per migliorare gli ambienti di
lavoro, socializzando due esperienze di RLS del gruppo Marazzi e Emilceramica.

Dall’iniziativa seminariale sono emerse importanti sollecitazioni per programmare ulteriori iniziative per il 2007 in materia di salute e sicurezza che vedano un rafforzamento dei delegati.

Dai tecnici dello Spsal sono stati esposti gli indici degli infortuni sul lavoro e degli incidenti mortali accaduti dagli anni Ottanta al 2005.
Tali dati presentano un miglioramento sia degli indici degli infortuni che degli incidenti mortali nelle realtà ceramiche sia di Reggio-Emilia che di
Modena, ma occorre continuare a non abbassare la guardia sui temi della prevenzione alla sicurezza. Tali miglioramenti sono frutto di un lavoro costante da parte degli organi di vigilanza, ma va anche riconosciuto il lavoro di verifica sull’applicazione delle norme di salute e sicurezza
svolto dai rappresentanti dei lavoratori alla sicurezza.

Le OO.SS. ritengono positiva l’attività svolta fino adesso per rafforzare il ruolo degli RLS, ma va previsto un programma di formazione permanente
non solo verso gli RLS, ma occorre contrattare con le imprese ceramiche piani formativi verso i capi-reparto, verso i lavoratori stessi spiegando
loro diritti/doveri affinché ci sia piena consapevolezza delle norme vigenti finalizzate alla salvaguardia della loro salute e sicurezza in
ceramica. Tale consapevolezza può contribuire a ridurre infortuni e malattie professionali.

Le OO.SS. auspicano che il rinnovo del CCNL degli addetti alle imprese produttrici di piastrelle e refrattari (scaduto il 30/06/2006) possa dare
un contributo anche sul versante di salute-sicurezza sulla base delle richieste avanzate in piattaforma per migliorare gli ambienti di lavoro e
l’impatto sul territorio delle produzioni ceramiche.