‘Parchi di cultura’ il programma dei giorni 24 e 25 giugno


Il solstizio d’estate rappresenta da sempre un evento celebrato e carico di significati simbolici, religiosi ed economici. I ‘Parchi di Cultura’ offrono anche oggi la possibilità di rendere omaggio all’arrivo dei mesi della fertilità e della vita con tre appuntamenti all’insegna della tradizione, dell’energia e del contatto con la natura.

Sabato 24 giugno l’azienda agrituristica Ca’ de Frà di Casine di Sestola organizza un pomeriggio per perpetuare le usanze di un tempo, raccogliendo insieme erbe e malli di noce, gustando i frutti della natura e cimentandosi nella preparazione dei prodotti più prelibati, con laboratori sulla lavorazione del nocino, della lavanda e di altre erbe aromatiche.
Presso l’azienda agricola “I Rodi” di Fanano si può, invece, partecipare, da giugno a settembre a una giornata di “auto-raccolta” dei lamponi. Si tratta di un metodo che permette ai partecipanti di usufruire delle attrezzature offerte in dotazione da “I Rodi” per raccogliere autonomamente i lamponi prodotti dall’azienda, con notevole risparmio sul prezzo finale.

Sabato 24 e domenica 25 giugno l’energia e il calore della natura fanno da cornice al primo appuntamento del laboratorio di bioenergetica ed espressione corporea che si tiene a Vaglio di Lama Mocogno, negli spazi dell’azienda agricola biologica “La selva armonica”.

Una vera e propria “Festa del solstizio d’estate” si svolge, infine, domenica 25 e lunedì 26 giugno al Parco Monte di S. Giulia a Monchio di Palagano, dove sarà possibile cenare a base di prodotti tipici, passeggiare a piedi scalzi sull’erba e andare alla ricerca del “frutto delle streghe”.

Per ulteriori informazioni consultare i siti: Parco Luoghi dell’Anima; Parco Medioevo.