Il sindaco di Sassuolo sull’emergenza Secchia




Un richiamo forte a tutte le istituzioni presenti, ma in particolare a quelle che hanno responsabilità e competenze dirette, per fare fronte all’emergenza della piena del Secchia.

Il sindaco di Sassuolo, Laura Tosi, nel corso della riunione convocata ieri in Prefettura per fare il punto sulla situazione nella zona di San Michele, ha chiesto con decisione interventi risolutivi, in particolare all’Agenzia interregionale per il Po, che è direttamente competente per l’esecuzione dei lavori che dovrebbero deviare il fiume e porre rimedio all’emergenza.

Il primo cittadino ha infatti chiesto, con la massima priorità, rapidi e decisivi interventi per spostare il corso dell’acqua in prossimità della riva opposta, liberando la zona erosa per interventi di consolidamento assolutamente necessari. A tutti gli enti che ne sono responsabili ha chiesto poi, come seconda istanza inderogabile, di adoperarsi per salvaguardare la strada provinciale-circonvallazione di San Michele, a rischio di chiusura proprio per i dissesti causati dal fiume.

Nel pomeriggio di ieri un tentativo di deviazione del fiume è andato a vuoto per la scarsa consistenza della sponda realizzata dai mezzi dell’Aipo. Su suggerimento del Comune di Sassuolo verranno messe a disposizione altre ruspe di privati per contribuire ad accumulare più materiale nelle due ore circa di tempo disponibile nel periodo in cui l’acqua verrà chiusa all’altezza della traversa di Castellarano per i lavori. Un nuovo tentativo dovrebbe essere attuato fra oggi pomeriggio e la mattinata di domani.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013