Fisco: moratoria versamenti di ferragosto


La moratoria per Ferragosto dei pagamenti da fare con l’F24 non riguarda le accise doganali che
dovranno comunque essere pagate entro il 16 agosto. Lo ricorda l’Agenzia delle Dogane precisando che il modello F24 non è l’unica modalità di pagamento prevista.


Oltre alle accise la moratoria non riguarda i pagamenti che devono essere eseguito con il modello F23, quali le imposte di registro e le altre imposte indirette diverse dall’Iva e nemmeno i pagamenti da fare con bonifici bancari o
mediante conti correnti postali. La mini-proroga di Ferragosto, prevista dal Dpcm 9 maggio
2002, riguarda invece tutti i pagamenti da effettuare con il modello F24, compresi i pagamenti rateali dell’Unico 2002 o del saldo Iva 2001, che potranno essere effettuati fino a venerdì 23 agosto. La mini-proroga riguarda anche la presentazione degli elenchi Intrastat (quelli relativi alle cessioni e agli acquisti intracomunitari di beni) che potranno essere presentati fino al 6 settembre.
Riepilogando, nello specifico, sono stati prorogati al 23 agosto il pagamento dei contributi e premi Inps, Inail, Enpals, Inpdai che devono essere versati con il modello F24. Il differimento agevola anche i contribuenti di Unico 2002 che, non avendo pagato le tasse entro il 16, ovvero il 22 luglio, potranno essere comunque ”perdonati” dal fisco con il ”ravvedimento breve” che sarà possibile fino al 23 agosto. In questo caso i contribuenti ritardatari dovranno pagare oltre alla sanzione del
3,75% gli interessi del 3% annuo per i giorni dal 17 luglio fino al giorno di pagamento compreso. Se il versamento viene effettuato fra il 16 e il 23 agosto l’interesse del 3% annuo si calcola comunque fino al 15 agosto.