Bologna: arrestato un cittadino rumeno destinatario di un mandato di arresto europeo



Nella serata di ieri, la Polizia di Stato ha tratto in arresto un cittadino rumeno in quanto destinatario di un mandato di arresto europeo emesso dall’autorità competente del Regno Unito.

Nel corso del servizio di vigilanza all’interno dello scalo ferroviario, gli agenti del Compartimento Polizia Ferroviaria in servizio presso il settore operativo Bologna Centrale, hanno notato una coppia di ragazzi diretti nell’atrio centrale della stazione che, alla loro vista, hanno cambiato repentinamente direzione dirigendosi verso la vicina piazza Medaglie d’oro.
Insospettiti da tale atteggiamento, gli operatori hanno seguito a distanza la coppia che dopo poco minuti, rientrata nell’atrio principale, ha cercato di confondersi con i numerosi viaggiatori presenti.

Una volta fermati, i ragazzi hanno mostrato chiari segni di nervosismo e all’esito del controllo i poliziotti hanno appurato che uno dei due, un cittadino nato in Romania nel 1992, era gravato da un mandato d’arresto europeo emesso dall’Autorità del Regno Unito a seguito di una cruenta rapina perpetrata a Barking nell’ East Londra, in concorso con altri due connazionali, denunciata da un gioielliere inglese. Il querelante, attirato all’interno della propria attività commerciale con l’inganno, è stato legato e picchiato e rapinato di valori per un totale di 100.000 sterline.
L’uomo, è stato quindi tratto in arresto e tradotto presso la Casa Circondariale di Bologna.