Il turismo enogastronomico dell’Emilia Romagna in “vetrina” al Vinitaly


Al Vinitaly di Verona, dall’8 al 12 aprile, nello stand allestito dall’assessorato regionale all’Agricoltura e dall’Enoteca regionale sarà infatti in distribuzione la nuova guida enogastronomica realizzata da Apt Servizi in collaborazione con le Unioni di prodotto Appennino, Città d’arte e Costa. All’interno, 23 pacchetti di vacanza messi a punto da altrettanti club di prodotto con proposte di tour, soggiorni, itinerari del gusto. Qualche esempio?

Si spazia dalla proposta di tre giorni per scoprire (anche con un corso di cucina) i sapori di Parma al viaggio per conoscere i prodotti tipici della Romagna con tappa marina a Cervia e soste a Bertinoro e Brisighella. Altri pacchetti di soggiorno propongono tour di tre giorni, per scoprire i segreti della gastronomia bolognese (con un corso di cucina sulla pasta fatta a mano); week end per conoscere le eccellenze del cibo di Modena e dintorni; fine settimana a Cesenatico per imparare (con tanto di lezione) a cucinare l’ottimo pesce dell’Adriatico.

Sono proposte di soggiorno che abbracciano tutta la ricca offerta enogastronomica regionale dove oggi si possono gustare 31 prodotti DOP e IGP, 21 vini DOC, 9 IGT. Una terra, l’Emilia Romagna, che vanta anche la più antica DOCG bianca d’Italia: l’Albana di Romagna premiata nel 1967. Sabato mattina sarà presentata la nuova guida enogastronomica “Viaggi Golosi in Emilia Romagna”, curata da Lorenzo Frassoldati mentre nel pomeriggio, nello stand Emilia Romagna, si svolgerà l’evento-spettacolo “Romagna, terra del Sangiovese e del buon vivere” con protagonista “Wanda la carrellista” l’attrice faentina Maria Pia Timo. Previste degustazioni di prodotti d’eccellenza per il pubblico presente, gustati assieme a piadine preparate da una “Marietta” di Casa Artusi di Forlimpopoli.