Fiorano: entro giovedì le domande del Servizio Civile per giovani stranieri


stranieriScade giovedì 23 luglio, alle ore 14, la possibilità di partecipare al Bando Regionale di Servizio Civile 2009 rivolto a ragazzi e ragazze di età compresa fra i 18 e i 28 anni, stranieri o comunitari sprovvisti di cittadinanza italiana.

Il Comune di Fiorano ha presentato un progetto per 2 posti, nel settore dell’assistenza agli anziani, con interventi finalizzati all’integrazione sociale e relazionale con cittadini in situazioni di bisogno, minori e cittadini stranieri. I giovani stranieri saranno integrati in un progetto similare per giovani italiani, favorendo così la dimensione di gruppo. Inoltre la formazione generale sarà attuata con i giovani di altri tre comuni, permettendo uno scambio nei primi mesi di attività delle esperienze.

L’impiego dei giovani nei progetti decorre dal 1° ottobre 2009,

La durata del servizio è di 12 mesi secondo quanto indicato nel progetto. Per i giovani subentranti, comunque entro il sesto mese di servizio, la predetta durata è ridotta al periodo residuo del progetto. Il periodo di servizio civile prestato è riconosciuto utile, a richiesta dell’interessato, ai fini del diritto e della determinazione della misura dell’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti, secondo il modello di copertura previdenziale previsto dal servizio civile nazionale.

Ai giovani impegnati compete un assegno mensile per il servizio civile regionale. Per i giovani è prevista una assicurazione infortuni e responsabilità civile verso terzi stipulata dall’ente titolare del progetto a favore degli stessi.

Possono partecipare alla selezione i cittadini stranieri e comunitari, senza distinzione di sesso, in possesso dei seguenti requisiti: non essere stati condannati per delitti non colposi commessi mediante violenza contro persone o per delitti riguardanti l’appartenenza a gruppi eversivi o di criminalità organizzata; essere in possesso di idoneità fisica; possesso della residenza o di domicilio abituale in Italia; essere in regola con la vigente normativa per il soggiorno degli stranieri in Italia, con esclusione dei permessi di soggiorno per motivi turistici e per motivi di lavoro stagionale, che non presentano le condizioni per lo svolgimento del servizio civile regionale per tutta la durata dei progetti.

Ulteriori info: Mario Ledda (tel. 0536.833.433) oppure sulm sito del Comune.