Modena: nuove farmacie, diritto di prelazione dei Comuni


Delle quattro nuove farmacie istituite o individuate vacanti con l’ultima revisione della Pianta organica varata dalla Provincia di Modena, i Comuni possono esercitare il diritto di prelazione su almeno tre sedi. Le farmacie interessate sono quelle di Levizzano di Castelvetro, di Stuffione di Ravarino e di Rivara di San Felice. Lo ha deliberato la Giunta provinciale su proposta dell’assessore alla Sanità Maurizio Guaitoli nella sua ultima seduta.


Per la nuova sede farmaceutica urbana di Spilamberto, invece, il Comune potrà esercitare il diritto di prelazione solo in caso di rinuncia da parte dell’attuale titolare della sede farmaceutica della frazione di San Vito, trasformata con il provvedimento approvato dal Consiglio provinciale in sede “rurale”.

I Comuni interessati hanno 60 giorni di tempo dalla comunicazione della Provincia per esercitare la prelazione. Per le sedi “prelazionate” si procederà ad assegnare la titolarità delle sedi farmaceutiche che provvederanno a individuare la forma di gestione e alla successiva apertura.

Le sedi farmaceutiche eventualmente non prelazionate dai Comuni saranno disponibili per il privato esercizio e dunque da assegnare a privati mediante pubblico concorso che sarà bandito dalla Provincia dopo l’estate.