mercoledì, 12 Giugno 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeAppuntamentiTorna L’Emilia e una notte, la rassegna estiva ideata e promossa da...





Torna L’Emilia e una notte, la rassegna estiva ideata e promossa da Corte Ospitale, nella magica cornice del suo chiostro

La Corte Ospitale notturna (ph. Stefano Muti)

Dal 21 giugno al 16 luglio il chiostro e le sale di Corte Ospitale verranno attraversate da artiste e artisti della scena contemporanea nazionale: Andrea Cosentino, Psicologa Cruda e Lorenzo Maragoni, Antonio Anzilotti De Nitto, Matilde Buzzoni, Gloria Giacopini, Matilde Vigna, Nicoletta Nobile, Michela Marrazzi e Mattia Manco, Marco Di Costanzo, e le compagnie di Forevever Young 2024: Claudia Caldarano, Cromo Collettivo Artistico, Gruppo RMN, Lorenza Guerrini, Usine Baug/Mezzopalco, Noham Selcer e Jonathan Mallard.

Giulia Guerra, direttrice di Corte Ospitale: “Arriva l’estate, e insieme a lei, una nuova edizione de L’Emilia e una notte: il magnifico Chiostro della Corte Ospitale, insieme agli altri spazi del complesso monumentale, saranno i protagonisti della proposta estiva. Spettacoli, performance ed happening saranno una preziosa occasione per ritrovarci e incontrare gli artisti ospiti della rassegna con una proposta contemporanea che parla di noi, del nostro presente, delle nostre domande, delle nostre paure. La Corte Ospitale è un luogo unico, e L’Emilia e una notte è il nostro invito a viverlo insieme, nella condivisione degli sguardi e delle emozioni.”

La stagione si apre il 21 giugno, alle ore 21.30, con Rimbambimenti. Un ted talk senescente in salsa punk, di e con Andrea Cosentino, drammaturgia sonora e musica dal vivo Lorenzo Lemme, produzione Cranpi: una performance che parte come una conferenza sul tempo da parte di un presunto scienziato, il suo doppio marionettistico affetto da Alzheimer e un assistente musicista, e scivola verso un concerto/spettacolo che, allineandosi alle concezioni di tempo e materia della fisica quantistica, smonta inevitabilmente ogni ordine e logica causale. Tra spiegazioni rigorose e discorsi a vanvera, il conferenziere dimentica la sua parte, cerca di ricostruirla attraverso appunti e oggetti sulla scena dei quali fatica a ricordare l’utilità, fino a perdere ogni cognizione di sé e degli altri, in un processo inarrestabile verso la dissoluzione e l’entropia. Il risultato è una conferenza esplosa, un mix incosciente tra musica tecnologica, teatro di figura, divulgazione scientifica e parole in libertà, un TED Talk senescente in salsa punk.

Il 25 giugno, alle 21.30, ospiteremo Psicologa Cruda e Lorenzo Maragoni con UNBOXING. Sesso, amore e anche no. Una sessuologa, un poeta, una scatola e il pubblico, che ha biglietti di tre colori diversi: rosso per le domande sul sesso, giallo per quelle sull’amore, azzurro per quelle sull’anche no, ovvero tutto il resto.

Il 1 luglio e il 4 luglio, sempre alle 21.30, due spettacoli realizzati con il sostegno del MiC e di SIAE, nell’ambito del programma “Per Chi Crea”: Futuro Anteriore nell’ambito del bando “Live e promozione nazionale e internazionale”; Call of Beauty invece è una produzione La Corte Ospitale vincitrice del bando “Nuove opere”.

Il 1 luglio FUTURO ANTERIORE, con Antonio Anzilotti De Nitto, Matilde Buzzoni, Gloria Giacopini, Matilde Vigna, regia Giulio Costa. Futuro Anteriore è uno spettacolo sul futuro. Un futuro senza spade laser, alieni e tute spaziali, ma con girelli, apparecchi acustici e reumatismi. Partendo dall’idea che una vecchiaia diversa è possibile, lo spettacolo si propone di immaginare prospettive di terza età alternative, con anziani fuori dalle case di riposo, non più ai margini della società, né ai confini con la realtà.

Il 4 luglio, per la prima volta in scena, CALL OF BEAUTY, di e con Nicoletta Nobile e con Sharon Ne: un’indagine sul mito della bellezza e sul tema dello sguardo, una ricerca sul mito della bellezza, sul corpo femminile e la sua performatività.

Il 7 luglio, alle 21.30, PALOMA, BALLATA CONTROTEMPO, con Michela Marrazzi e Mattia Manco, drammaturgia e regia Tonio De Nitto, produzione Factory Compagnia Transadriatica – Teatro Koi: un dialogo tra due anime “Paloma”. Uno scambio scenico ed emozionale tra il fascino di una bambola, che riproduce con grazia e minuzia la realtà dei gesti di una donna anziana, e quello della musica, che quei gesti li ispira, li accompagna, li asseconda.

L’Emilia e una notte 2024 si chiude il 15 e 16 luglio con il Festival di Forever Young, che quest’anno giunge alla quinta edizione. In concorso Claudia Caldarano/mo-wan teatro con SIAMO TUTTI IN PERICOLO; Cromo Collettivo Artistico con AHMEN; Gruppo RMN con COSTELLAZIONE VICINELLI; Lorenza Guerrini con MANEGGIARE CON CURA; Usine Baug/Mezzopalco con ANSE

Il 15 luglio, fuori concorso Noham Selcer e Jonathan Mallard con LA CAVALE vincitrice del bando Premisses. Il 15 e 16 luglio, sempre fuori concorso, site specific per uno spettatore alla volta, WILLIAM SHAKESPEARE’S HALF TIME JOB. Lettura performativa dei tarocchi ispirata all’immaginario di Shakespeare, di e con Marco Di Costanzo, produzione Teatro dell’Elce.

Il calendario di Forever Young è in via di definizione.

 

Info e Biglietteria

Spettacoli 21/06 – 25/06 – 07/07

Biglietto intero > € 12

Biglietto ridotto > € 10 (under 25, over 65, Socio Arci, Socio Coop, studenti UniMoRe, Carta DOC, UTL)

Spettacoli SIAE PER CHI CREA 01/07 – 04/07

Biglietto posto unico € 8

Spettacolo 04/07 prenotazione obbligatoria

Abbonamento a tutti gli appuntamenti dell’Emilia e una notte 2024 € 38 (non comprende Forever Young)

Forever Young 15-16/07

Biglietto posto unico € 5, prenotazione obbligatoria

Abbonamento al Festival Forever Young € 20

Fuori abbonamento con prenotazione obbligatoria

La Cavale: ingresso gratuito

William Shakespeare’s Half Time Job posto unico € 5

Prenotazioni telefoniche dal lunedì al venerdì, dalle 10 alle 17, tel. 0522621133, via email biglietteria@corteospitale.org, WhatsApp 3282911077. La biglietteria è aperta il martedì dalle 10 alle 17 e i giorni di spettacolo a partire da un’ora prima dell’inizio.

Biglietti disponibili su www.vivaticket.it

In caso di pioggia è previsto uno spazio alternativo al chiuso. La Corte Ospitale è in via Fontana 2 a Rubiera.

L’Emilia e una notte è realizzata con il sostegno di MiC, Regione Emilia-Romagna, Comune di Rubiera, Iren.

















Ultime notizie