domenica, 23 Giugno 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeAppuntamentiIn arrivo Bologna Children’s Book Fair, dall'8 all11 aprile





In arrivo Bologna Children’s Book Fair, dall’8 all11 aprile

Dal 4 aprile al 9 giugno 2024 la 6° edizione di BOOM! Crescere nei libri

Il 2024 accoglie la 61ª edizione di Bologna Children’s Book Fair (BCBF), la fiera punto di incontro per la comunità mondiale del libro per ragazzi per lo scambio dei diritti, palcoscenico attivo promotore di confronti sul presente e il futuro dell’editoria e della nascita di nuove idee.

BCBF è attesa a BolognaFiere dall’8 all’11 aprile 2024 assieme alle “sorelle” BolognaBookPlus (BBPlus) – l’estensione dedicata all’editoria generalista realizzata in collaborazione con Associazione Italiana Editori (AIE) – e Bologna Licensing Trade Fair/Kids (BLTF/K) – dedicata ai brand e al licensing dei contenuti per bambini e ragazzi.

 

Dopo la festosa edizione del 2023, che ha celebrato 60 anni di BCBF, i padiglioni di BolognaFiere ospitano un nuovo appuntamento che attende quest’anno 1500 espositori da circa 100 Paesi e regioni del mondo (tra i nuovi ingressi: Angola, Bielorussia, Benin, Bolivia, Camerun, Colombia, Lussemburgo, Mauritius, Principato di Monaco, Moldavia, Paraguay, Filippine, Repubblica Togolese e Uganda) insieme a nuove iniziative di approfondimento e sostegno all’industria editoriale mondiale rese possibili grazie al sostegno di Agenzia ICE e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale – MAECI.

 

A inaugurare un’edizione ricca di nuovi stimoli che guardano al futuro, anche l’entrata di Bologna Children’s Book Fair come Patron Member nell’International Publishers Association (IPA), la più grande federazione mondiale di associazioni di editori nazionali, regionali e specializzati con sede a Ginevra, fondata nel 1896 a Parigi per promuovere e difendere il diritto d’autore e la libertà di pubblicazione. L’ingresso di BCBF in IPA marca un ulteriore passo in avanti della fiera, sempre più prossima agli editori di tutto il mondo al fine di intercettare e dare risposta ai loro bisogni.

PAESE OSPITE D’ONORE

Ancora, il 2024 accoglie la Slovenia come Paese Ospite d’Onore: occasione per gli editori di tutto il mondo di entrare in contatto con il ricco panorama editoriale del Paese, promosso in fiera attraverso And then what happens?, mostra che espone le opere di 59 artisti dell’illustrazione slovena contemporanea, e numerosi panel, e in città con attività per il grande pubblico.

 

TEMI E OSPITI

Tra gli autori e gli illustratori più attesi a Bologna: Ximo Abadia, Emma Adbåge, Beatrice Alemagna, Mac Barnett, Anne Brouillard, Nadine Brun-Cosme, Davide Calì, Nat Cardozo, Kitty Crowther, Max de Radiguès, Julia Donaldson, Linde Faas, GUD, Ulrich Hub, Jenny Jägerfeld, Oliver Jeffers, Aviaq Johnston, Joëlle Jolivet, Benjamin Lacombe, Philippe Lechermeier, Leonard Marcus, Lorenzo Mattotti, Bart Moeyaert, Jérémie Moreau, Roger Olmos, Neal Packer, Lincoln Peirce, Victor D.O. Santos, Lola Shoneyin, Axel Scheffler, Olivier Tallec, Øyvind Torseter, Hervé Tullet, Paloma Valdivia, Edward van De Vendel, Cao WenXuan.

Tra le tematiche oggetto di focus e dibattito in fiera, un ruolo di primo piano è rivestito dalla sostenibilità, questione chiave nell’industria editoriale mondiale del presente di cui i libri si fanno veicoli formando la visione del mondo dei cittadini del domani: in collaborazione con l’Organizzazione delle Nazioni Unite e IPA – International Publishers Association, un programma di panel approfondisce il tema. Spazio anche ai mercati esteri: dalla già citata Slovenia alla Cina, Paese con cui BCBF intrattiene da anni un solido rapporto di collaborazione, anche in veste di co-organizzatrice della China Shanghai International Children’s Book Fair (CCBF). Prosegue parallelamente anche il focus sull’Africa, con appuntamenti che mirano a far incontrare l’expertise degli editori espositori a BCBF con l’editoria emergente e sfaccettata di questo ricco continente. Ancora, attenzione alla cultura delle minoranze etniche e indigene e alla ricezione nell’editoria “mainstream” di autori e tematiche legati al mondo afroamericano e afrolatinoamericano.

Le sfide che l’Intelligenza Artificiale pone all’editoria: un programma di panel con ospiti internazionali dalle diverse professionalità dibatterà di approcci, visioni e possibili scenari.

Prosegue anche l’attenzione a uno tra i settori più interessanti dell’industria editoriale contemporanea, nonché quello in più ampia espansione: anche quest’anno il Comics occupa un ruolo di primo piano all’interno di BCBF, tra gli editori internazionali riuniti al Comics Corner e numerose panel discussion che rivolgono lo sguardo alle esperienze di singoli Paesi con tradizioni più, e meno, consolidate, oltre che verso la nuova tendenza dei fumetti per i piccolissimi. Spazio poi a uno tra i temi centrali di BCBF fin dalla nascita della fiera: due incontri raccontano storia e retroscena dei picture books, libri che trasmettono saperi che sono al servizio della capacità umana di interpretare e di acquisire coscienza, prefigurando risposte alle domande del presente.


LA COLLABORAZIONE CON L’ORGANIZZAZIONE DELLE NAZIONI UNITE
Novità del 2024, l’importante collaborazione con l’Organizzazione delle Nazioni Unite, che ha portato alla realizzazione (ein collaborazione con IPA – International Publishers Association) di iniziative condivise tra sostenibilità, mari e diritti dei bambini: il panel Reading for a Healthy Planet: Inspiring Children’s Books to Help Achieve a Sustainable Future” e la tavola rotonda Sea of Stories: The Science, History, and Cultural Importance of the Sea in Children’s Literature, la mostra Reading for a Healthy Planet: Inspiring Children’s Books to Help Achieve a Sustainable Future sui migliori titoli dedicati ai temi della sostenibilità e Reading of the Universal Declaration of Human Rights”, una lettura collettiva della Dichiarazione universale dei diritti umani, con autori e illustratori da tutto il mondo, che leggeranno ciascuno nella propria lingua (8 aprile, Illustrators Cafè, 16.00-1640).

 

SPOTLIGHT ON AFRICA
L’attenzione di BCBF per i mercati editoriali emergenti è un percorso iniziato da tempo: torna nel 2024 per la sua terza edizione lo Spotlight on Africa, il programma realizzato con il sostegno di Agenzia ICE e MAECI che offre uno spazio di rilievo a circa 30 eccellenti editori africani da 15 paesi del continente, invitati in un’area espositiva dedicata all’interno di BCBF. In calendario un programma di matchmaking tra editori africani, italiani e internazionali, insieme a occasioni di networking e seminari su temi chiave dell’industria editoriale tenuti da professionisti internazionali del settore. In aggiunta al ricco programma di eventi, grazie alla collaborazione tra BCBF, Aké Arts and Book Festival e Mimaster Illustrazione, viene lanciato un corso di illustrazione online per illustratori africani e un contest per una mostra nel 2025.

 

IL NUOVO TV/FILM RIGHTS CENTRE E GLI SPAZI A BOLOGNA CHILDREN’S BOOK FAIR

Da almeno vent’anni BCBF accoglie regolarmente tra i suoi visitatori produttori e operatori professionali del mondo dell’audiovisivo “a caccia” di nuove storie e nuovi personaggi da trasformare in fiction e animazioni. A partire da questa edizione, BCBF offre a questa categoria di professionisti il nuovo TV/Film Rights Centre, un’area business realizzata nell’ambito di BLTF/K con la collaborazione di Book on a Tree, che accoglierà i produttori audiovisivi facilitando il networking con il mondo dell’editoria per una maggiore proposta book-to-screen. Uno spazio che si aggiunge al Rights Centre che, completamente rinnovato quest’anno nel suo allestimento, e dalla scorsa edizione aperto non solamente ai professionisti dei diritti del settore bambini, ma anche del settore adulti e agli editori espositori a BCBF e BBPlus, si presenta quale luogo privilegiato per gli scambi dei copyright per ragazzi.

Ancora, con l’ampliarsi delle tendenze editoriali e della dimensione internazionale di BCBF, che ogni anno accoglie editori provenienti da sempre nuovi e più numerosi Paesi del mondo, la fiera propone numerose aree dedicate, che riuniscono al loro interno professionisti di uno stesso settore, di una stessa area geografica, o interessati all’approfondimento delle medesime tematiche: il Comics Corner, l’area espositiva dedicata agli editori di fumetti e graphic novel, tra i segmenti più in crescita del settore editoriale; il Centro Traduttori, spazio privilegiato per traduttori o per chi intende specializzarsi nella traduzione di letteratura per ragazzi, tra incontri, seminari e importanti collaborazioni; l’Audio HQ, spazio dedicato all’audio nell’ambito di BBPlus; PublisHer, iniziativa creata nel 2019 da Bodour Al Qasimi (fondatore e CEO di Kalimat Group, Emirati Arabi Uniti) per rafforzare le donne nell’editoria e affrontare i continui squilibri di genere del settore, che a BCBF 2024 presenta una serie di incontri, i suoi premi e opportunità di networking. Ma anche l’International Bookshop e il Book Lovers’ Café, area dedicata agli incontri sulle novità editoriali, da quest’anno ulteriormente ampliata e collocata nella scenografica gallery sopraelevata tra il Pad. 25 e il Pad. 26.

 

I PREMI A BOLOGNA CHILDREN’S BOOK FAIR

Palcoscenico della migliore editoria mondiale, BCBF influenza e guida le tendenze del settore attraverso i suoi ormai affermati premi: il BOP – Bologna Prize for the Best Children’s Publishers of the Year, dedicato ai migliori editori per ciascuna area del mondo; i BolognaRagazzi Awards, dedicati ai migliori libri e divisi in più categorie, compresa la categoria speciale 2024 I Mari e la nuova categoria permanente Toddler; il BolognaRagazzi CrossMedia Award, per i progetti editoriali trasposti con successo su altre piattaforme. Quest’anno anche il premio speciale The Extraordinary Award to an Extraordinary Book a Bambini nascosti di Franco Matticchio (Vànvere Edizioni) per la capacità di restituire un lucido e magistrale ritratto dell’invisibilità dell’infanzia, un omaggio poetico e disilluso a tutti i bambini smarriti, nascosti e perduti di ogni tempo.

Torna in fiera anche la proclamazione del Premio Strega Ragazze e Ragazzi Migliore narrazione per immagini, di cui oggi vengono annunciati e finalisti: Jef Aerts, Più grande di un sogno (Camelozampa), illustrato da Marit Törnqvist, tradotto da Olga Amagliani; Silvia Borando, Storie brevi (Minibombo); Jérémie Moreau, I Pizzly (Tunué), tradotto da Stefano Andrea Cresti. Una menzione speciale è stata data a Olga Tokarczuk, Il Signor Mirabile (TopiPittori), illustrato da Joanna Concejo, tradotto da Raffaella Belletti.

E ancora il concorso di traduzione In Altre Parole, dedicato in questa 14ª edizione alla lingua slovena in omaggio alla Slovenia, Paese Ospite d’Onore 2024; la 6ª edizione del Premio Carla Poesio, riconoscimento per la miglior tesi italiana di laurea in Letteratura per l’infanzia. Ancora, le opportunità per i selezionati della Mostra Illustratori: l’ARS IN FABULA – Grant Award e il Premio Internazionale d’Illustrazione Bologna Children’s Book Fair – Fundación SM. I premi di BolognaBookPlus: Talking Pictures, dedicato a migliori visual book dall’Ucraina; l’Indie Authors Book Jacket Award, con l’obiettivo di dare visibilità alle migliori copertine di autori autopubblicati; e i Bologna Licensing Awards, premi per licenzianti/agenzie, licenziatari e retailer relativi allo sviluppo di properties e brand nel corso del 2023. Per il 2024 è stata introdotta la nuova categoria Best Licensed Sustainable Project.

PublisHer lancia infine i nuovi PublisHer Excellence Awards, per premiare le professioniste dell’editoria che hanno fatto la differenza nel settore. Ma BCBF offre anche il proprio palcoscenico mondiale all’assegnazione di importanti riconoscimenti di settore: l’Astrid Lindgren Memorial Award, il premio Hans Christian Andersen Award e gli IBBY Reading Promotions Awards sono annunciati durante la fiera.

 

LE MOSTRE DI BOLOGNA CHILDREN’S BOOK FAIR 2024

Accanto alla tradizionale Mostra Illustratori trovano posto le personali di Paloma Valdivia, Inês Oliveira e Andrea Antinori (autori rispettivamente: della copertina dell’Illustrators Annual 2024, della Visual Identity 2024 della fiera, e vincitore del Premio Internazionale d’Illustrazione Bologna Children’s Book Fair – Fundación SM) e Mauro Evangelista. Visioni. Illustrazioni 1991 | 2024, dedicata all’artista e fondatore della Scuola d’Illustrazione, da poco scomparso.
Ancora, la novità rappresentata dalla prima edizione della mostra Chinese Excellence in Children’s Illustration, che porta all’attenzione dell’editoria mondiale riunita a BCBF il meglio dell’illustrazione cinese; per la prima volta, The Original Art. Celebrating The Fine Art Of Children’s Book Illustration, la mostra del premio The Original Art, presentata dalla Society of Illustrators di New York; la raccolta dei migliori progetti editoriali candidati ai BRAW The BRAW Amazing Bookshelf e And then what happens? esposizione del meglio dell’illustrazione slovena contemporanea, organizzata dal Paese Ospite d’Onore 2024; Reading for a Healthy Planet: Inspiring Children’s Books to Help Achieve a Sustainable Future, una selezione di libri sul tema della sostenibilità, per richiamare l’attenzione su questo fondamentale tema in collaborazione con l’Organizzazione delle Nazioni Unite e IPA – International Publishers Association; When Everything Matters, omaggio all’illustrazione ucraina, in collaborazione con Pictoric e International Book Arsenal Festival; il tradizionale Silent Book Contest – Gianni De Conno Award, per finire con la mostra di BolognaBookPlus: Jackets Off, dedicata alle diverse interpretazioni della copertina di Guerra e Pace pubblicate in tutto il mondo.

 

BOLOGNABOOKPLUS

BBPlus, l’area dedicata all’editoria generalista, torna per il suo 4° anno consecutivo con oltre 50 espositori da 19 Paesi e regioni, mostre di book design, premi e una ricca offerta di corsi di formazione per professionisti, che spaziano dal tema del self publishing alla vendita dei diritti, dalla rappresentanza allo scouting degli autori. Tornano anche le iniziative Author Ambassador – ospite quest’anno l’autore Neil Packer – e un focus speciale dedicato all’India: “India in the Limelight” è un’iniziativa che mette in mostra la ricca scena editoriale di questo grande mercato in ascesa, con il National Book Trust indiano come partner strategico. Lo stand indiano è al centro di BolognaBookPlus e la sua presenza è completata da una serie di seminari, dibattiti e networking. Al programma di seminari si aggiunge quest’anno l’Audio Forum: grandi nomi dell’editoria audio mondiale analizzano i diversi mercati, i podcast, l’audio per l’infanzia e altro ancora. Oltre al Forum, BBPlus ospita anche uno spazio in fiera dedicato all’audio, il già citato Audio HQ.

 

BOLOGNA LICENSING TRADE FAIR/KIDS

La nuova edizione della BLTF/K si presenta ricca di contenuti e servizi: oltre all’area espositiva, nella quale saranno rappresentati oltre 1000 brand e property, e all’events room per la presentazione dei marchi, la Licensing Business Lounge presenta la nuova sezione TV/Film Rights Centre, con oltre 300 appuntamenti tra i produttori audiovisivi registrati e gli editori espositori della BCBF. E ancora la 4ª edizione degli International Kids Licensing Days (IKLD): le tre giornate di panel sugli ultimi trend licensing e publishing, dall’8 al 10 aprile, con importanti focus su gaming, Intelligenza Artificiale e adattamenti dal libro all’audiovisivo. Infine, durante la fiera si svolge la premiazione della 7ª edizione dei Bologna Licensing Awards, l’unico premio del settore in Italia per licenzianti/agenzie, licenziatari e retailer a livello internazionale, relativo allo sviluppo di properties e brand nel corso del 2023. 182 sono state quest’anno le candidature ai premi.

BCBF IN CITTÀ
Come ogni anno, l’energia, la creatività, le idee e i contenuti che si raccolgono a Bologna Children’s Book Fair traboccano dai padiglioni fieristici invadendo luoghi della cultura, biblioteche, scuole e palazzi della città di Bologna in una vera e propria festa diffusa, con un’offerta ricca e diversificata dedicata al grande pubblico di adulti e bambini.
BOOM! – Crescere nei libri, questo il titolo del programma delle iniziative in città (dal 4 aprile al 9 giugno), è promosso da Comune di Bologna e BolognaFiere, curato dal Settore Biblioteche e Welfare culturale insieme ad Hamelin nell’ambito del Patto per la lettura di Bologna e gode del patrocinio di IBBY – International Board on Book for Young people Italia. In calendario, tra gli altri, la prima mostra in Italia della grande illustratrice e autrice belga Anne Brouillard, oltre a più di 40 eventi espositivi, 74 laboratori, più di 100 artiste e artisti coinvolti.
Infine, la novità Off FAIR*24, a cura di Accademia Drosselmeier: un programma che parte da Bologna e porta in diverse città italiane e straniere nel corso di tutto l’anno la ricchezza dei libri che abitano la fiera, rendendoli così patrimonio collettivo.

 BOOM! Crescere nei libri

Dal 4 aprile al 9 giugno 2024 la 6° edizione di BOOM! Crescere nei libri porta a Bologna il meglio della creatività internazionale nel campo dell’illustrazione e dell’editoria per l’infanzia. In occasione della 61ª edizione di Bologna Children’s Book Fair (8 – 11 aprile) e per i due mesi successivi, la città offre ai bambini e alle bambine che la abitano o la visitano un programma prezioso, ricco di mostre ed eventi. 40 mostre, 74 laboratori e oltre 100 ospiti, oltre ai 60 incontri nelle classi del progetto BOOM! a scuola compongono un cartellone che per due mesi dà a bambine e bambini l’opportunità di incontrare il meglio della cultura a loro dedicata.

Matteo Lepore, Sindaco di Bologna:Come ogni anno, siamo molto felici di ospitare a Bologna la Fiera del Libro per Ragazzi. Un appuntamento annuale che rende Bologna una vera e propria capitale internazionale della cultura e dell’editoria per ragazzi. Il festival BOOM! e la Bologna Children’s Book Fair, arrivata alla sua 61esima edizione, rappresentano degli eventi che parlano di futuro; un’occasione importante di crescita, incontro, dialogo, scambio di creatività e saperi per avvicinare sempre di più i ragazzi e le ragazze alla lettura. I libri rappresentano una grande dimensione di libertà da coltivare insieme. Sono dei preziosi strumenti per ridurre le disuguaglianze e rendere la nostra città più inclusiva, bella e felice, come dimostra anche questa importante Fiera”.

Ma BOOM! non è solo un programma ricco e di lunga durata: l’offerta che rivolge all’infanzia intende essere anche una dichiarazione ribadita a tutte e tutti: la letteratura e l’illustrazione per l’infanzia sono forme d’arte a tutti gli effetti, con una loro propria specificità che le colloca a pieno titolo dentro il panorama creativo e artistico internazionale.
Che l’albo illustrato possa essere arte lo dimostra bene Anne Brouillard, ospite speciale di questa edizione e protagonista di una mostra promossa da Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, artista che di questo linguaggio ha segnato alcuni ineguagliabili vertici, ancora poco conosciuti in Italia. Come tutti i classici, gli albi di Brouillard riescono a parlare con forza anche al nostro presente e a tutte le età: da quasi 35 anni l’autrice racconta del nesso inscindibile che esiste tra l’umano e la natura, e di come il rapporto tra il tempo e lo spazio rappresenti il legame intrinseco a tutto il vivente.
Durante BOOM! tutta la città, grazie al rapporto diretto con Bologna Children’s Book Fair, si esprime, maggiormente rispetto ad altre occasioni, dando visibilità a scene dell’illustrazione contemporanea ancora poco esplorate in Italia: mostre e appuntamenti puntano lo sguardo su paesi come il Brasile, l’Iran, Taiwan e la Slovenia, Ospite d’Onore di BCBF, e sulle loro culture visive. A questi si aggiungono i 12 paesi degli editori coinvolti nel progetto L’occhio del mondo (Rwanda, Giappone, Messico, Corea del Sud, India tra gli altri), protagonisti in questi mesi di decine di iniziative nelle biblioteche di Bologna, le quali hanno attivato sul territorio collegamenti con specifiche comunità linguistiche. Gli editori del progetto presentano il loro lavoro complessivo in Salaborsa con una giornata di studi e
una mostra: un giro intorno al mondo tra paesi ancora non abbastanza frequentati da parte
dell’editoria italiana per l’infanzia, a cui BOOM! dedica ampio spazio, riconoscendone la ricchezza linguistica e culturale e offrendo proposte di eccellenza dedicate alle bambine e ai bambini di tutte le lingue.
Prosegue anche durante questa edizione la celebrazione di grandi autori che hanno segnato con forza la cultura per l’infanzia e non solo: BOOM! riporta in città Lorenzo Mattotti, uno dei disegnatori italiani più noti al mondo; omaggia il lavoro di Davide Calì, autore di oltre 100 albi illustrati; festeggia gli 80 anni dalla nascita di Ulf Stark, notissimo scrittore scandinavo, secondo solo ad Astrid Lindgren, con una maratona di lettura.

BOOM! non solo porta in città i più grandi nomi dell’illustrazione dal mondo, ma si fa anche
palcoscenico per i giovani talenti che a Bologna arrivano per studiare e formarsi: l’Accademia di Belle Arti di Bologna festeggia il ventennale del Corso di Fumetto e Illustrazione, il primo in Italia, con una nuova edizione della rassegna ABABO BOOM! grazie alla quale si riuniscono generazioni diverse di artiste e artisti.

BOOM! Crescere nei libri è promosso da Comune di Bologna e BolognaFiere, curato dal Settore Biblioteche e Welfare culturale del Comune di Bologna insieme ad Hamelin nell’ambito del Patto per la lettura di Bologna, e gode del patrocinio di IBBY Italia, organizzazione internazionale che sostiene il diritto ai libri e alla lettura per bambine e bambini, ragazze e ragazzi di tutto il mondo.

BOOM! contribuisce a rendere effettivi gli obiettivi di promozione della lettura e di universalità dell’accesso alla conoscenza che accomunano questi soggetti e tutti gli operatori – le biblioteche comunali di Bologna (Archiginnasio, Salaborsa, Salaborsa Ragazzi, Salaborsa Lab R. Ruffilli, Jorge Luis Borges, Borgo Panigale, Amilcar Cabral, Casa di Khaoula, Corticella – Luigi Fabbri, Natalia Ginzburg, Lame – Cesare Malservisi, Orlando Pezzoli, Scandellara – Mirella Bartolotti, Luigi Spina – Casa Gialla, Oriano Tassinari Clò, Biblioteca Italiana delle Donne, Biblioteca Istituto Storico Parri), le librerie, le scuole, le
istituzioni culturali, le autrici e gli autori, le case editrici e i docenti – i quali ogni giorno portano avanti la stessa istanza sull’intero territorio della Città Metropolitana. La sinergia con Bologna Children’s Book Fair consente di rafforzare questo lavoro, offrendo occasioni di avvicinamento allo straordinario patrimonio di persone, storie, linguaggi artistici e letterari della città. Gli oltre due mesi di durata permettono infatti di superare la contingenza dell’evento e di mettere in campo azioni capaci di generare effetti a lungo termine sul territorio: le biblioteche si arricchiscono di nuovi titoli, gli spazi culturali si aprono a bambine e bambini e giovani lettrici e lettori si avvicinano ai libri e alla lettura.

È questo anche l’obiettivo di BOOM! a scuola, il progetto di educazione alla lettura che porta nelle biblioteche e nelle scuole autrici e autori da tutto il mondo affinchéle bambine e i bambini che ne hanno letto e amato i libri possano incontrarli e conoscerli. Quest’anno il progetto prevede più di 60 incontri grazie al lavoro del Comune di Bologna e specificatamente dell’Area Educazione Istruzione e Nuove Generazioni e del Settore Biblioteche e Welfare culturale in collaborazione con Hamelin, i Distretti Culturali della CittàMetropolitana e le oltre 30 case editrici che partecipano all’iniziativa.

















Ultime notizie