lunedì, 22 Aprile 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeAppennino ModeneseProgetto “Mare e Monti”, Lapam Confartigianato Modena incontra Confartigianato Rimini





Progetto “Mare e Monti”, Lapam Confartigianato Modena incontra Confartigianato Rimini

Obiettivo la promozione di Cimone e Riviera Romagnola

Un primo incontro a Confartigianato Imprese Rimini per rendere operativo il progetto “Mare e Monti” che mira alla creazione di iniziative di co-marketing che promuovano complessivamente il territorio emiliano-romagnolo ed i suoi prodotti tipici.

«Il progetto nasce nel sistema Confartigianato – hanno detto in apertura Davide Cupioli e Gilberto Luppi, rispettivamente presidente di Confartigianato Imprese Rimini e Lapam Confartigianato Modena e Reggio Emilia – perché riteniamo l’Associazione un veicolo potente per promuovere le destinazioni ma anche il frutto del nostro lavoro che nelle filiere legate all’industria turistica hanno un peso rilevante».

Sono infatti coinvolti gli stessi operatori del territorio: rappresentanti di Confartigianato Imprese Rimini, Confartigianato Imprese Demaniali, Lapam Confartigianato Imprese Modena – Reggio Emilia, Amministrazione Comunale di Rimini e dell’entroterra emiliano, con gli imprenditori dei territori.

«Ridurre le distanze, consolidare le affinità, promuovere la qualità dei prodotti artigianali – è stato detto nel corso dei lavori – potenzierà le occasioni di mettere in vetrina le eccellenze in modo sinergico e che sfrutti pienamente le oltre 40 milioni di presenze turistiche annue dell’Emilia-Romagna».

“Mare e Monti” porterà, ad esempio, il parmigiano reggiano e l’aceto balsamico in Romagna, al mare per la stagione estiva, mentre la piadina e lo squacquerone si sposteranno in Emilia sulle piste da scii durante la stagione invernale. Ma più in generale l’intenzione è di porre le basi anche per vere e proprie proposte commerciali di reciproco vantaggio.

«I prodotti di qualità del nostro artigianato sono armi vincenti per le imprese e sono in grado di dare impulso a tutta l’industria turistica, sempre più chiamata a caratterizzarsi nella sua offerta».

«Una giornata importante – hanno puntualizzato in coro il sindaco di Montecreto Leandro Bonucchi e il primo cittadino di Sestola Fabio Magnani – perché dà vita a un’opportunità che aiuterà il nostro territorio ad avere più visibilità. Sarà un’esperienza che ci permetterà di imparare molto da chi lavora bene da sempre nel settore del turismo. Insieme con i comuni della riviera romagnola cercheremo di avviare progetti lungimiranti per portare benefici a tutto il territorio».

Sono intervenuti i vertici provinciali delle due associazioni e rappresentanti del mondo alberghiero riminese ed emiliano e i sindaci dei territori. Una trentina di persone orientate a dar vita in fretta alle idee emerse: per la delegazione di Modena erano presenti Carlo Alberto Rossi segretario generale Lapam, Daniele Casolari responsabile sindacale e categorie, Romana Pollacci, segretario Lapam zona frignano, Gilberto Luppi, presidente generale Lapam, Federica Marcacci presidente turismo Lapam albergatrice, Chiara Bonacina albergatrice di Fanano, Luca Biolchini presidente consorzio albergatori Cimone, Leandro Bonucchi sindaco di Montecreto, Fabio Magnani, sindaco di Sestola e Luciano Magnani, presidente nazionale maestri di sci e consorzio impianti di risalita.

Il sindaco di Rimini, e presidente della provincia, Jamil Sadegholvaad, assieme all’assessore Roberta Frisoni, hanno illustrato alla delegazione gli interventi di rigenerazione urbana che stanno interessando il lungomare e gli investimenti effettuati nel centro storico cittadino volti a renderlo sempre più attrattivo da un punto di vista turistico.
















Ultime notizie