sabato, 28 Gennaio 2023
23.7 C
Comune di Sassuolo
HomeBolognaDare per Fare: continua la collaborazione tra il Fondo di Comunità e...




Dare per Fare: continua la collaborazione tra il Fondo di Comunità e il Gruppo Granarolo

Donati 13 mila kg di pasta al progetto "Un piatto per tutti". Prosegue anche quest'anno la distribuzione di beni alimentari per 170 mila pasti all'anno

Continua la collaborazione tra il Fondo di Comunità metropolitano “Dare per Fare” e il Gruppo Granarolo che oggi ha donato 13.000 kg di pasta nell’ambito del progetto “Un piatto per tutti” e confermato anche per il 2023 la donazione strutturale di prodotti alimentari equivalenti a 171.756 pasti/anno avviata l’anno scorso.

Saranno le reti distrettuali che si sono costituite nell’ambito del progetto “Un piatto per tutti”, formate da Empori Solidali, associazioni del Terzo settore e Caritas ad occuparsi della distribuzione della pasta. Il coordinamento logistico è affidato a VOLABO – Centro Servizi per il Volontariato che, insieme a Città metropolitana di Bologna, Comune di Bologna, Comuni e Unioni dell’area metropolitana, ha contribuito al rafforzamento e alla costruzione di nuove reti territoriali e relazioni con le associazioni che si occupano della distribuzione di beni di prima necessità.

Lo spazio necessario per lo smistamento dei beni alimentari è stato gentilmente messo a disposizione da Estragon, mentre il trasporto è stato garantito dalla Fondazione Banco Alimentare.

“Ringraziamo ancora una volta Granarolo – ha sottolineato Sara Accorsi, consigliera delegata al Welfare metropolitano e lotta alla povertà – per la preziosa collaborazione e tutti i soggetti che hanno dato il loro contributo alla realizzazione del progetto, in primis VOLABO per l’azione di coordinamento. Il valore aggiunto del Progetto Un Piatto per Tutti è proprio la creazione di sinergie tra soggetti anche molto diversi tra loro, tra pubblico e privato, che rendono possibile fornire una risposta capillare alle sempre maggiori difficoltà dei nuclei familiari del territorio metropolitano, messi a dura prova dall’inflazione e dal caro energia”.

 

Print Friendly, PDF & Email















Ultime notizie