Un nuovo accordo per l’alta formazione, la ricerca ed il trasferimento di conoscenza è stato siglato tra Unimore e ANCE EMILIA Area Centro: associazione dei costruttori di Bologna, Ferrara e Modena.

L’Università ha più volte rilevato la fondamentale esigenza di attivare una politica sistematica di collaborazione tra il mondo accademico e le istituzioni pubbliche e l’impresa privata, al fine di raccordare le proprie attività istituzionali con le esigenze del mondo produttivo.

Con la convenzione con l’ANCE Emilia, che associa e cura gli interessi di imprese operanti nelle costruzioni e opere edili, progettazione urbanistica ed infrastrutturale, Unimore aggiunge un ulteriore tassello al raggiungimento di questo obiettivo, realizzando, ancora una volta, una sinergia sempre più stretta tra Università e Impresa che consente di generare eccellenze nelle aree di ricerca e formazione sui temi di frontiera.

Così Unimore e ANCE Emilia, il cui accordo avrà una durata di tre anni rinnovabile per altri tre, attiveranno una collaborazione strategica nei settori di business delle Costruzioni, Opere edili ed infrastrutturali, che interesseranno progetti di ricerca, innovazione, sviluppo, co-progettazione in bandi di finanziamento per la ricerca, attività didattica nei corsi di laurea in ingegneria civile ed ambientale, triennali e magistrali, attività laboratoriali e di tirocinio nei corsi ad orientamento professionale, formazione permanente, servizi di recruitment di personale laureato, attività consulenziali, servizi nelle materie di competenza e trasferimento tecnologico.

“L’accordo tra Unimore e ANCE Emilia rientra in una più ampia politica di rafforzamento della collaborazione tra il nostro ateneo e i principali soggetti economici operanti nei nostri territori. Questa intesa punta a sviluppare attività di ricerca, formazione e terza missione nel settore delle Costruzioni, delle Opere edili ed infrastrutture. Si tratta di un settore –  afferma il prof. Gianluca Marchi Prorettore e delegato alla Terza missione di Unimore – caratterizzato storicamente da ampie fluttuazioni cicliche, che obbligano le imprese a ricercare un difficile e costante allineamento tra domanda ed offerta di lavoro, e che recentemente sta vivendo un rapido cambiamento tecnologico nel campo dei nuovi materiali e dell’efficientamento sismico ed energetico. La collaborazione di Unimore con ANCE Emilia, una delle più rappresentative realtà associative del settore nella nostra regione, si pone, attraverso la condivisione di progetti di ricerca e il rafforzamento dei percorsi formativi, l’obiettivo di sostenere lo sviluppo economico e tecnologico di un settore così vitale per la crescita occupazionale della nostra economia”.

“Ringrazio Unimore di avere creduto in questa collaborazione. ANCE EMILIA, infatti, con la sottoscrizione di questo accordo ritiene fondamentale valorizzare il rapporto tra l’Università ed il mondo dell’Impresa attraverso progetti formativi e di ricerca, dove i veri protagonisti saranno sia gli addetti ai lavori, ma soprattutto i ragazzi che usciranno dalla nostra Università. Oggi – afferma l’ing. Sandro Grisendi, Vicepresidente di ANCE Emilia delegato per la Provincia di Modena – si rende ancora più necessaria una stretta collaborazione tra questi due mondi, vista l’importanza che il settore delle costruzioni sta rivestendo in questa fase cruciale di ripartenza del Paese e che interessa tutti gli ambiti: la riqualificazione del patrimonio edilizio e infrastrutturale, il settore ambientale ed energetico, il dissesto idrogeologico e molti altri ancora. C’è un tema poi che non dobbiamo mai dimenticare e che funge da filo rosso di tutti gli ambiti di intervento che ho citato, la sicurezza sul lavoro e la qualificazione delle imprese, unico e inscindibile, a cui dobbiamo dedicare sempre più attenzione e risorse per favorire la diffusione di informazione e conoscenza corretta e adeguata.

L’Ateneo modenese-reggiano e Ance Emilia si avvarranno in modo concordato delle rispettive competenze tecnico-scientifiche, nonché delle strutture ed attrezzature di cui sono dotate per sviluppare e realizzare programmi di formazione, di ricerca e di terza missione nei settori di comune interesse”.

“La convenzione tra Unimore e Ance Emilia – afferma il prof. Angelo Marcello Tarantino di Unimore –  viene stipulata in un periodo storico di straordinaria attività nel settore dell’edilizia e delle costruzioni in genere. L’accordo sarà strategico per la didattica, la ricerca e la terza missione. Le parti lavoreranno insieme per realizzare nuovi percorsi formativi coerenti alle attuali esigenze di un comparto produttivo in continua evoluzione. Saranno promossi molti progetti di ricerca, ad esempio per la progettazione di nuovi materiali da costruzione, che devono ore rispondere a criteri di sostenibilità ambientale e di economia circolare, o per la messa a punto di tecnologie costruttive innovative dedicate agli interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio, con l’obiettivo di rendere le costruzioni sismoresistenti ed energeticamente autosufficienti”.

Sarà un Comitato Scientifico, composto da due rappresentanti designati da entrambe le parti, che definirà i progetti nonché la loro realizzazione.

La collaborazione verterà in attività di ricerca attraverso la partecipazione a programmi di finanziamento competitivi a livello locale, nazionale, internazionale, scambio di ricercatori e personale tecnico, l’attivazione di borse di studio di dottorato di ricerca. Inoltre saranno supportate le Startup Innovative e sarà sensibilizzata l’autoimprenditorialità degli studenti ed il miglioramento delle forme di trasferimento tecnologico e di conoscenza per favorire la open innovation delle imprese e la social innovation nei territori e nelle comunità socio-economiche di riferimento.

Ampia attività dell’accordo è rivolta alla didattica che vede: la collaborazione allo svolgimento e sostegno economico per l’attivazione di nuovi insegnamenti nei corsi di laurea in Ingegneria Civile e Ambientale, triennale e magistrale, e nel nuovo corso ad orientamento professionale di “Costruzioni e gestione del territorio”, nonché la progettazione e lo sviluppo delle attività laboratoriali e di tirocinio curriculare.

Anche la formazione rientra nella convenzione siglata tra Unimore e ANCE Emilia e tra le attività in programmazione vi è il coinvolgimento dei dirigenti e funzionari tecnici di Ance Emilia e/o delle sue associate nell’ambito di seminari e conferenze all’interno delle attività di formazione di Unimore, stage di studenti, finalizzati anche alla messa a punto della tesi di laurea, organizzazione di visite e gite di istruzione presso gli stabilimenti e i cantieri delle associate ANCE nonché l’aggiornamento professionale e la formazione permanente.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013