Si trovava all’interno di un bar di Viano quando, complice anche l’uso smodato di bevande alcoliche, si è impossessato di un coltello dal banco del bar minacciando un 58enne calabrese abitante in paese, che impaurito per quanto poteva accadergli si è dato alla fuga venendo inseguito minacciosamente dall’esagitato, un 60enne abitante in un comune dell’Appennino reggiano.

Ancora da chiarire i motivi dell’accaduto fatto sta, secondo quanto ricostruito dai carabinieri di Scandiano che la vittima, raggiunta una vicina macelleria, è riuscita a farsi aprire dal proprietario e barricarsi all’interno con il 60enne che brandendo il coltello sbatteva i pugni contro la porta. Quindi l’intervento di due pattuglie dei carabinieri della tenenza di Scandiano inviate sul posto dall’operatore del 112 nel frattempo allertato dal titolare della macelleria. I militari si sono imbattuti nell’esagitato ancora armato di coltello che hanno circondato e invitato a deporre l’arma. L’uomo, senza opporre alcuna resistenza, si è liberato del coltello venendo arrestato dai carabinieri che lo hanno condotto  in caserma sequestrando il coltello in suo possesso. La posizione del 60enne è ora al vaglio in ordine all’eventuale reato di minaccia aggravata che potrebbe essere ravvisata a suo carico. Ancora da chiarire i motivi di tale condotta.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013