I carabinieri della stazione di San Polo d’Enza, al termine dei relativi  accertamenti, hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia un pensionato 80enne residente a San Polo d’Enza ritenuto responsabile dei reati di omessa custodia arma da sparo, detenzione illegale di arma da sparo omessa denuncia di arma da sparo.

In particolare i militari della stazione di San Polo d’Enza nel corso di una parallela attività di controlli, concernente la verifica dei requisiti fisici e psichici necessari per il possesso della patente ed avendo accertato il possesso anche di una patente nautica da parte del pensionato, apprendevano dal pensionato che in ragione a tale titolo abitativo possedeva una pistola lanciarazzi. In ragione di quanto verificato e non risultando che l’80enne non aveva mai denunciato la detenzione di armi, procedevano a un controllo di iniziativa eseguito ai sensi dell’art. 39 del Testo Unico della Leggi di P.S. in materia di armi.

Nel corso delle verifiche di accertava che all’interno di un armadio presente nella camera da letto sita al piano rialzato della propria abitazione era detenuta, riposta all’interno di una scatola di polistirolo, una pistola lancia-razzi completa del relativa munizionamento. L’armadio in cui era custodita l’arma non presentava alcuna misura di sicurezza (es. chiavistello, lucchetto, catena) idonea ad impedire il furto della stessa ovvero l’incauto maneggio da parte di terzi. Inoltre l’arma non era stata denunciata e l’80enne non risultava in possesso di alcun titolo di polizia necessario per detenerla. Alla luce di quanto accertato il pensionato veniva denunciato alla Procura reggiana in ordine ai citati riferimenti normativi violati. La pistola lancia-razzi unitamente al munizionamento costituito da  3 razzi di segnalazione venivano quindi sottoposti a sequestro e posti a disposizione della Procura.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013