Servizi disposti dal Questore durante il weekend per la “movida” cittadina reggiana




Anche sabato e domenica scorsi il Questore di Reggio Emilia ha disposto mirati servizi di controllo finalizzati alla verifica del rispetto della normativa vigente, inerente la nota emergenza da Covid-19, e nello specifico per prevenire ogni forma di turbativa in relazione alle criticità che si possono verificare circa il fenomeno della “movida” e degli assembramenti in genere nel centro cittadino.

In queste giornate è stato impiegato un numero apprezzabile di pattuglie della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale.

Sono stati effettuati pattugliamenti appiedati lungo le principali vie e piazze del centro storico (via Roma, via Emilia, teatro Valli, parco del Popolo, via San Carlo, Piazza Fontanesi, Piazza Prampolini, Piazza San Prospero) sensibilizzando commercianti, ristoratori ed avventori al rispetto della normativa vigente inerente il contenimento del virus.

I servizi predisposti per il fenomeno aggregativo sono stati improntati puntando alla prevenzione e al senso di responsabilità dei cittadini, reggiani ma sono stati caratterizzati anche da un’azione repressiva.

Nel corso di entrambe le giornate sono state controllate complessivamente 58 persone di cui 3 sanzionate per il mancato utilizzo del dispositivo di protezione individuale (DPI) in violazione sia dell’art.4 comma 1 d.l. 25.03.2020 n.19 sia dell’ordinanza del Sindaco di Reggio Emilia del nr. 98949 del 15/06/2020.

Sono stai controllati inoltre 11 esercizi commerciali sia all’interno che all’esterno per il rispetto del distanziamento sociale delle persone che stazionavano davanti l’ingresso degli stessi, oggetto di precedenti segnalazioni telefoniche giunte dai cittadini.

 



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013