Scuola infanzia “Montessori” di S. Giacomo Roncole: al via il miglioramento sismico ed energetico




È ai nastri di partenza l’intervento di recupero relativo alla Scuola dell’infanzia “M. Montessori” sita in via Morandi a San Giacomo Roncole (Mirandola). Ieri, infatti, alla presenza del RUP dell’intervento, Arch. Michela di Leva, dell’Ing. Emiliano Giorgino, del direttore dei lavori Ing. Nicola Volponi, degli altri tecnici incaricati e dei rappresentanti dell’appaltatore, è stato consegnato il cantiere il cui avvio è previsto già nei prossimi giorni, per concludersi entro il 31 ottobre prossimo. “L’obiettivo dell’Amministrazione Comunale – dichiara il Sindaco di Mirandola Alberto Greco – è quello di restituire alla collettività una scuola sicura ed efficiente, in cui gli ambienti rispondano a una logica di flessibilità alle varie attività didattiche da realizzare. Sono spazi concepiti per stimolare la curiosità dei bambini, offrendo maggiori opportunità per lo sviluppo delle loro attitudini: una scuola sicura per tutti, in grado di essere il luogo della crescita, dell’educazione e dello sviluppo delle attività sportive”.

L’intervento ha come obiettivo la ristrutturazione con miglioramento sismico ed efficientamento energetico dell’edificio, un’ulteriore risposta all’intento del Comune di Mirandola di riduzione del rischio sismico dei sui fabbricati. Si otterrà anche una riqualificazione estetica dell’immobile: il nuovo sistema strutturale sismoresistente diventerà motivo architettonico e caratterizzerà i prospetti principali. Contestualmente agli interventi strutturali si procederà al rinnovo delle finiture mediante la sostituzione delle coperture, di tutti gli infissi esterni ed interni, il rifacimento delle pavimentazioni e dei rivestimenti dei servizi, in cui saranno sostituiti i sanitari e le relative rubinetterie. Saranno realizzati nuovi divisori interni mobili, che consentiranno la rifunzionalizzazione di alcuni ambienti.

I lavori sulla struttura mirano anche a garantire le massime prestazioni in termini di risparmio energetico. È infatti stato progettato come edificio nZEB (Nearly Zero Energy Building) ossia, con consumo di energia (riscaldamento, raffrescamento, produzione di acqua calda sanitaria, ventilazione, illuminazione) vicino allo zero.

“Gli interventi previsti – afferma l’Assessore alla Ricostruzione con delega ai Lavori Pubblici Letizia Budri – sono volti a migliorare oltre alla sicurezza e all’estetica, la performance energetica e il comfort interno del fabbricato. Verrà realizzato l’isolamento dell’involucro esterno, l’installazione di un nuovo impianto per la climatizzazione invernale ed estiva (a pavimento), il ricambio dell’aria e per la produzione di acqua calda sanitaria. L’impianto di ventilazione meccanica controllata garantirà le migliori condizioni di qualità e salubrità dell’aria all’interno. Quello di illuminazione sarà sostituito con componenti conformi alle più recenti normative in materia di edilizia scolastica e sarà ad alta efficienza. Aule e ambienti comuni saranno dotati di apparecchi d’illuminazione con attivazione in presenza di persone, regolazione automatica, oltre che manuale, del livello di illuminamento, in funzione dell’apporto naturale. Non mancheranno i rivelatori di fumo e calore, segnalazioni ottiche e acustiche e combinatore telefonico per la comunicazione verso l’esterno. Sarà anche realizzato un sistema di luci destinato alla realizzazione di piccoli spettacoli, attraverso un binario attrezzato e proiettori orientabili. Riguardo ai costi, quello complessivo dell’intervento sarà di € 1.013.000,00. È finanziato in parte con fondi del MIUR (per € 266.000,00), e in parte con fondi dell’Amministrazione comunale, per un importo pari ad € 747.000,00”, conclude l’assessore.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013