Coronavirus, UPI Emilia-Romagna incontra Sindacati e Regione




Giovedì 5 marzo UPI Emilia-Romagna ha incontrato, insieme alla Regione, le rappresentanza sindacali di CGIL, CISL e UIL per fare il punto della situazione rispetto ai danni che l’emergenza coronavirus sta arrecando al tessuto imprenditoriale emiliano-romagnolo e alle possibili misure da mettere in campo, a valle del recente Dpcm dello scorso 4 marzo.

Nel corso dell’incontro, avvenuto in videoconferenza in conformità alle direttive sanitarie sulla prevenzione del contagio del virus, alla presenza di Presidente e Direttore di UPI, sono stati evidenziate le criticità che oggi investono il mondo del lavoro, in tutte le sue articolazioni, duramente colpito dall’emergenza.

Per il Presidente Gian Domenico Tomei: “occorre trovare soluzioni condivise per aiutare le lavoratrici e i lavoratori in un delicato momento come questo. Siamo al fianco della Regione per dare risposta a quanti, oggi, chiedono flessibilità per potersi occupare dei figli in mancanza di scuole aperte e al tema dello smartworking”.

Dall’incontro è emersa l’importanza di un confronto costante con le parti sociali, per meglio comprendere i reali bisogni e costruire soluzioni positive per i cittadini emiliano-romagnoli.

Tomei ha concluso l’intervento con l’impegno di coinvolgere UPI nazionale affinché si possa avere al più presto un orientamento omogeneo tra i vari attori istituzionali coinvolti: Governo, Regioni, Comuni, nella logica di promuovere azioni unitarie e coese.

UPI Emilia-Romagna fa parte della cabina di crisi voluta dal Presidente Stefano Bonaccini ed è stata indicata come soggetto istituzionale cui far convergere tutte le tematiche interpretative da parte dei Sindaci, dei decreti Ministeriali sul tema coronavirus ed eventuali altri dubbi riscontrati sui territori.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013