‘Non ci resta che ridere’, al teatro Duse di Bologna I Legnanesi sulle tracce della Gioconda


(foto Federico Vagliati)

Sulle tracce della Gioconda, in un viaggio nel tempo tutto da ridere, come sempre en travesti. Passato e presente, tradizione e attualità. C’è tutto il mondo de I Legnanesi nel nuovo spettacolo intitolato ‘Non ci resta che ridere’, che andrà in scena al Teatro Duse di Bologna dal 6 all’8 dicembre 2019 (venerdì e sabato alle 21, domenica alle ore 16).

La storia si apre nelle sale del Louvre, con Mabilia (Enrico Dalceri), chic più che mai, come si conviene a un viaggio a Parigi, che ammira la Gioconda insieme a mamma Teresa (Antonio Provasio) e papà Giovanni Colombo (Lorenzo Cordara, al suo debutto in questa stagione). Indosso hanno dei gilet gialli catarinfrangenti, mentre fuori i manifestanti che hanno fatto dell’indumento il simbolo della protesta, sono inseguiti dai gendarmi (Giordano Fenocchio e Fabrizio Rossi). Nel cinquecentesimo anniversario dalla morte di Leonardo da Vinci, la Monnalisa finisce così al centro della loro attenzione. Teresa si convince che il capolavoro debba tornare in Italia e, incurante dell’esistenza di un sortilegio legato al furto del celebre quadro, spinge il marito Giovanni a compiere il misfatto.

Biglietti da 36 a 23 euro.

Biglietteria: Teatro Duse – Via Cartoleria, 42 Bologna – Tel. 051 231836 – biglietteria@teatroduse.it dal martedì al sabato dalle ore 15 alle 19 e da un’ora prima dell’inizio degli spettacoli. On line: teatroduse.it  | Vivaticket