Rapinano forno per giocare alle slot: arrestati dalla polizia sassolese due cugini palermitani


Li hanno scovati all’interno di una sala giochi cittadina dove stavano dilapidando parte di quanto ottenuto grazie al colpo notturno in un forno cittadino. E’ successo ieri notte intorno alle 4,30 al forno Millevoglie di via Refice a Sassuolo. I due, un uomo di 41 anni ed una donna di 32, cugini originari del palermitano ma da anni residenti a Sassuolo, hanno colto di sorpresa il titolare del panificio impegnato all’interno del laboratorio. Mentre l’uomo lo ha aggredito alle spalle, immobilizzandolo e minacciandolo con una spatola trovata nel laboratorio, la donna, rovistando tra i cassetti, è riuscita ad impossessarsi del fondo cassa, circa un migliaio di euro, ottenuto il quale i due si sono dileguati a bordo di un’autovettura.

Il fornaio, che nella colluttazione è rimasto lievemente ferito (per lui 5 gg di prognosi) ha dato subito l’allarme al 113. Gli uomini del Commissariato cittadino, forti della dettagliata descrizione fornita dal malcapitato circa colui che lo aveva aggredito, hanno immediatamente capito chi potesse essere l’autore della rapina e qualche ora dopo sono riusciti ad intercettare i due delinquenti, entrambi con precedenti, all’interno di una sala giochi di via Regina Pacis, impegnati a giocarsi parte del maltolto.

Condotti in Commissariato i due hanno ammesso di essere gli autori della rapina al forno, consegnando parte del denaro trafugato. Sono stati quindi arrestati per rapina aggravata in concorso e associati presso la Casa Circondariale Sant’Anna, come disposto dal Magistrato di Turno, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.