Da lunedì 14 incontri Licom a Modena e provincia in merito alle novità dello scontrino elettronico


Già dallo scorso 1° luglio gli esercenti con un volume d’affari superiore a 400 mila euro l’anno hanno l’obbligo di trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate i corrispettivi giornalieri. Per tutti gli altri titolari di partita Iva l’obbligo entrerà in vigore dal 1 gennaio del prossimo anno.

“In pratica – sottolinea Licom, l’associazione del commercio aderente a Lapam – il cosiddetto ‘scontrino elettronico’ diventerà un obbligo per tutti i commercianti, ovvero per tutti soggetti che esercitano attività di commercio al minuto e assimilate che non hanno obbligo di fattura elettronica. Una rivoluzione vera e propria, che porterà a non emettere più scontrini cartacei se non su esplicita richiesta del cliente.

Il superamento dell’attuale regime facoltativo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi – prosegue Licom – può consentire di eliminare alcuni adempimenti contabili come il registro dei corrispettivi, l’emissione e la conservazione di documenti, scontrini e ricevute fiscali, alternativi alla fattura elettronica. Tutte interessanti possibilità, a fronte delle quali è bene ricordare che, al netto delle semplificazioni, lo scontrino elettronico ha finalità di contrasto all’evasione, quindi l’Agenzia utilizzerà il database delle trasmissioni per controlli automatizzati su Iva, dichiarazioni, dichiarativi e via dicendo”.

È ovviamente determinante fare chiarezza su queste novità e dunque Licom promuove un ciclo di incontri su tutto il territorio provinciale. Si comincia lunedì 14 ottobre a Modena alle ore 15 presso la sede centrale Lapam Confartigianato via Emilia Ovest 775, sempre lunedì 14, ma alle 20.30, appuntamento a Medol presso hotel ristorante La Cantina in strada Statale 12, 179.