La Sagra dell’Uva e del Lambrusco Grasparossa di Castelvetro chiude con il “Grappolo d’Oro”


Nella domenica conclusiva della “Sagra dell’Uva e del Lambrusco Grasparossa di Castelvetro” si è svolta la proclamazione del vincitore del “Grappolo d’Oro”, il riconoscimento che ogni anno premia un imprenditore, una realtà commerciale o un singolo cittadino che abbia reso celebre il nome di Castelvetro oltre i confini del territorio.

Il Grappolo d’Oro 2019 è stato assegnato al viticultore Vittorio Graziano “Per la passione nella coltivazione dei vigneti e capacità di mantenere inalterate le tecniche di lavorazione e produzione del vino tradizionale. Valori che il mercato estero ha saputo cogliere ed apprezzare”.
Un riconoscimento consegnato direttamente dal sindaco Fabio Franceschini (foto), che ha
ulteriormente motivato il premio ricordando i criteri produttivi del vino seguiti da Graziano, il quale reinterpreta la tradizione ancestrale del Lambrusco e dei vini rifermentati in bottiglia secondo natura: il vigneto è condotto in modo naturale, senza prodotti di sintesi ed anche in cantina gli interventi enologici sono pressoché nulli.