Maltrattamenti in famiglia a Sassuolo: 32enne denunciato e immediatamente allontanato da casa


Ieri mattina i Carabinieri di Sassuolo hanno denunciato in stato di libertà un uomo di 32 anni di nazionalità marocchina per maltrattamenti in famiglia in danno della sorella di 27 anni. L’allarme era scattato quando numerose telefonate alla centrale operativa segnalavano una donna che correva in strada, scalza, urlando e piangendo con un neonato in braccio. I carabinieri del Nucleo Radiomobile immediatamente intervenuti hanno trovato la donna che, una volta rassicurata, riferiva di essere stata poco prima schiaffeggiata dal fratello convivente. La 27enne, impaurita dall’atteggiamento violento dell’uomo, aveva preso il proprio bambino, neonato, uscendo velocemente da casa con l’uomo che la inseguiva. Lo stesso, visibilmente ubriaco, alla presenza dei militari proseguiva nel suo atteggiamento minacciando ripetutamente la sorella.

In caserma la donna denunciava non solo le percosse subite in questa ultima circostanza, ma raccontava che in altre numerose occasioni era stata minacciata e picchiata dal fratello. In ragione dell’atteggiamento violento e minaccioso dell’uomo, oltre la denuncia in stato di libertà, si rendeva indispensabile nei suoi confronti anche l’adozione della misura dell’allontanamento d’urgenza dalla casa familiare, che veniva immediatamente eseguita dai Carabinieri, previa comunicazione con il P.M. di turno della Procura della Repubblica di Modena.