Città metropolitana di Bologna in crescita, i dati statistici del 2018 fotografano un territorio in controtendenza rispetto al resto del Paese


gna torriLa città metropolitana di Bologna si conferma un territorio in crescita, con una popolazione che al 31 dicembre 2018 raggiunge 1.014.619 abitanti (di cui 489.227 maschi e 525.392 femmine) e presenta un incremento pari allo 0,33% rispetto all’anno precedente, ovvero +3.328 residenti. Il dato è in controtendenza rispetto al valore medio nazionale che registra invece un calo dello 0,2%.

I residenti con cittadinanza straniera sono 121.462 pari al 12% dei residenti. Rispetto al 1° gennaio 2018 sono aumentati di 2.670 unità, pari al 2,2%.

Nel complesso il saldo migratorio si conferma positivo, con gli iscritti che si attestano più numerosi dei cancellati, con conseguente saldo pari a +7.450. Anche se sono una ventina, soprattutto in montagna, i comuni con saldo migratorio negativo.

Anche la natalità fotografa una realtà territoriale in controtendenza rispetto a quella nazionale, con il 2018 che presenta un numero di nati in aumento rispetto all’anno precedente: +50 bambini rispetto al 2017, per un totale di 7.556 nati.
Insieme al comune di Zola Predosa (+37 nati), sono soprattutto i comuni della pianura a nord del capoluogo a trainare questo fenomeno: Crevalcore (+23), Medicina (+21), Minerbio e Molinella (+19) e San Giovanni in Persiceto (+17) sono i comuni che registrano l’aumento della natalità più elevato rispetto all’anno precedente.

Rispetto alla popolazione residente i comuni che crescono percentualmente di più sono sempre nella zona di pianura: Bentivoglio (+2,1%), Crevalcore (+1,41%) e Minerbio (+1,27%) mentre quelli che calano di più – seppure con percentuali tutte inferiori all’1% – sono: San Benedetto Val di Sambro (-0,93%), Monte San Pietro (-0,78%) e Camugnano (-0,76%). Il capoluogo cresce (+0,35%) come la media metropolitana (+0,33%). Non si registrano dunque squilibri elevati nella crescita della popolazione sul territorio.

Positivo anche il dato sulla mortalità, in lieve diminuzione: -199 decessi rispetto all’anno precedente con un totale di 11.678 morti sul territorio metropolitano.

Tabelle, grafici e mappe interattive complete del bilancio demografico della popolazione della città metropolitana sono consultabili nello studio interattivo sull’Atlante statistico metropolitano

I dati sono diffusi attraverso un progetto interattivo che consente di visualizzare le informazioni aggregate per Unione di comuni e per Comune, con la possibilità di approfondire l’analisi per sesso e cittadinanza. Oltre alle tavole di dati, si può leggere l’andamento di residenti, nati, morti, iscritti e cancellati e le loro variazioni attraverso grafici dinamici.

Rispetto alla distribuzione della popolazione nelle Unioni la situazione è la seguente:

Nuovo Circondario Imolese (133.274 residenti), Unione dei Comuni Valli del Reno, Lavino e Samoggia (112.520), Unione Terre d’Acqua (83.432), Unione Reno Galliera (74.323), Unione dei Comuni Terre di Pianura (71.238), Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese (48.584), Unione dei Comuni Savena-Idice (45.582). Il Comune di Bologna conta 390.636 residenti mentre 55.030 vivono in Comuni non associati.