La Polizia Stradale reggiana intensifica il controllo sul trasporto passeggeri


La Polizia Stradale di Reggio Emilia sta intensificando i controlli ad un settore particolare come quello del trasporto dei passeggeri, sugli autobus di breve e lunga percorrenza: il periodo estivo, infatti, comporta un notevole aumento di traffico per quel settore del trasporto. Conducenti di pullman, italiani e stranieri vengono giornalmente controllati sulle principali strade della provincia ed in particolare in autostrada. Mirati controlli che garantiscono il rispetto delle norme sulla circolazione stradale, tempi di guida e riposo che i conducenti professionali devono rispettare.

In questo ambito di controlli particolare attenzione è riservata oltre che alla documentazione, alla efficienza e alla regolarità del mezzo che deve essere dotato di cinture di sicurezza efficienti, kit di pronto soccorso, estintori, uscite di sicurezza a norma con impianto funzionante, pneumatici in ottimo stato d’uso.

Nella mattinata di oggi, in collaborazione con la polizia stradale di Modena, sono stati coordinati quattro equipaggi che dal casello A1 di Reggio Emilia fino al casello A1 di Campegine e viceversa, hanno controllato 12 autobus di cui 1 comunitario e 1 extracomunitario proveniente dall’Albania ed entrato in Italia attraverso la dogana di Brindisi, per un totale di circa 250 trasportati per i quali non sono emerse irregolarità.

In un solo caso è stato contravvenzionato il conducente di un autobus di linea nazionale per errata compilazione di fogli di registrazione del cronotachigrafo (art.19 Lex 727/78) e cinture non funzionanti (art.79 CdS).