Nati per leggere: a Vergato e Gaggio un invito alla lettura per bimbi da 0 a 3 anni


Nello spazio bambini della Biblioteca comunale “Paolo Guidotti” in Galleria 1° Maggio 86/b a Vergato, tutti i lunedì mattina dalle 10 alle 11 a partire dal 18 marzo 2019 parte un progetto per la diffusione della lettura ai bambini dal primo anno di vita, “Nati per leggere”.

La biblioteca metterà a disposizione uno spazio dedicato alla condivisione delle pratiche di lettura, alla conoscenza dei libri per la prima infanzia, alla socializzazione delle famiglie, al sostegno della genitorialità. Qui una educatrice e una bibliotecaria accoglieranno genitori, nonni, bambini e bambini da 0 a 3 anni in un ambiente comodo e riservato. Ai bambini e alle bambine  dai 6 ai 12 mesi verrà inoltre consegnato un dono. Lo stesso servizio sarà proposto nella biblioteca di Gaggio Montano un sabato mattina al mese a partire dal 16 marzo. I presidi di lettura saranno poi attivi nelle cinque biblioteche che si sono rese disponibili: Castiglione dei Pepoli, Gaggio Montano, Marzabotto, Monzuno, Vergato.

Il progetto rientra in un programma nazionale presente sviluppato dall’Associazione Culturale Pediatri, l’Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Salute del Bambino, che  propone gratuitamente alle famiglie con bambini fino a 6 anni attività di lettura. Queste attività costituiscono un’esperienza importante per lo sviluppo cognitivo dei bambini e per lo sviluppo delle capacità dei genitori di crescere con i loro figli. L’evidenza scientifica infatti dimostra che i primi anni di vita sono fondamentali per la salute e lo sviluppo intellettivo, linguistico, emotivo e relazionale del bambino: la lettura è un’esperienza molto piacevole per l’adulto e il bambino, crea l’abitudine all’ascolto, aumenta i tempi di attenzione, accresce il desiderio di imparare a leggere, calma, rassicura e consola, rafforza il legame affettivo tra chi legge e chi ascolta.

Sempre all’interno di questo programma la Città metropolitana di Bologna ha promosso un corso di formazione destinato ai bibliotecari, cui il distretto Montagna ha partecipato con tre operatrici per formare un gruppo di lavoro per coordinare il progetto a livello distrettuale.

È stato previsto anche un corso per volontari che si svolgerà a maggio: 10 posti sono riservati ai volontari disponibili ad operare nei cinque comuni dell’Appennino bolognese che hanno aderito. Il volontario è una persona che decide liberamente di dedicare del tempo alla promozione della lettura indirizzata alle famiglie con l’obiettivo di rendere la lettura ad alta voce una pratica quotidiana.

Il corso è gratuito, prevede 16 ore di formazione che mirano a fornire sia una conoscenza approfondita del programma e del ruolo dei volontari all’interno della rete locale, sia gli strumenti per selezionare libri di qualità e destinarli a fasce d’età specifiche.  Le candidature si possono presentare dal 11 al 31 marzo 2019 online dal sito dell’Unione dell’Appennino bolognese.