Il Rotary Sassuolo a supporto della telemedicina cardiologica


melandri-al-rotarySi è parlato di “Questioni di cuore” l’altra sera al Rotary di Sassuolo durante la prima conviviale della presidenza di Corrado Lavini. Ospite della serata il socio del club dott. Francesco Melandri, cardiologo dell’Ospedale di Sassuolo. Significativo il gruppo degli ospiti, dal sindaco di Sassuolo, Claudio Pistoni, al Presidente dell’Ospedale di Sassuolo, Maria Pia Biondi, dal vice sindaco di Fiorano Marco Biagini all’assessore alle politiche sociali, familiari, giovani e sport di Formigine, Simona Sarracino.

Melandri ha parlato delle cause e della dinamica dell’arresto cardiaco e delle tecniche di rianimazione cardiocircolatoria, sottolineando l’importanza non solo dell’utilizzo dei Defibrillatori (il Rotary ne ha donati 23 nel distretto ceramico) ma anche della loro manutenzione, volta a garantire sempre il loro perfetto funzionamento. Collegato a questo è stato l’intervento di Fabio Piacentini che ha raccontato la sua esperienza: colto da malore lo scorso maggio nei pressi di un bar di Sassuolo, è stato soccorso con successo da due operatori che hanno utilizzato uno dei defibrillatori installati proprio dal Club.

Il dottor Melandri ha poi introdotto l’argomento della Telemedicina cardiologica, che consente la registrazione dell’ECG a distanza da particolari postazioni (abitazioni dei pazienti, ambulanze, studi e consultori medici) con successiva lettura da parte di specialisti. E’ un settore innovativo in grande espansione e si propone di gestire precocemente l’emergenza cardiologica, di monitorare i soggetti appartenenti a categorie a rischio, di eseguire teleconsulti. Tutto questo nell’ottica di decentrare l’assistenza sanitaria dagli ospedali sgravandoli da un carico di prestazioni che ormai si sta rivelando intollerabile. Quello della Telemedicina cardiologica è un progetto che vede coinvolte le amministrazioni del Distretto Sanitario territoriale, da Sassuolo a Fiorano a Formigine a Maranello, e a cui il Rotary Club Sassuolo si è aggregato formalizzando un Service che per oneri economici ed impegno sarà uno dei più importanti della nuova annata rotariana.