Tares e Imu a Casalgrande: le scadenze


TARES. Il Comune di Casalgrande ha prorogato all’undici novembre la scadenza del pagamento della Tares (Tributo comunale sui rifiuti e sui servizi), sia per la parte comunale sia per quella dovuta allo Stato (maggiorazione di 0,30 euro per metro quadrato). Fino all’undici novembre, a Casalgrande si pagherà la Tares senza alcuna sanzione o interesse, anche se la scadenza riportata sugli avvisi è quella del 31 ottobre.

Il provvedimento è stato necessario poiché i documenti di pagamento stanno arrivando in ritardo a casa dei cittadini. In tal modo sarà più agevole, per cittadini e imprese, verificare la correttezza dei conteggi prima di effettuare il pagamento.

Per il sindaco Rossi: «Pur se nato come un tributo a copertura di servizi comunali, sottolineo che la maggiorazione Tares va direttamente nelle casse dello Stato. Come in passato, i Comuni svolgono il ruolo di soggetti esattori verso i cittadini, senza che si riesca a intravedere, con l’incertezza comprensibile della legge di Stabilità, quale sarà il futuro della finanza locale».

 

IMU in comodato d’uso e a canone concertato

Inoltre il sindaco richiederà, all’interno del prossimo consiglio comunale, di prorogare al 30 novembre il termine per presentare al Comune, al fine dell’applicazione dell’aliquota agevolata dello 0,6%, la dichiarazione sugli immobili dati in uso gratuito a parenti di primo grado in linea retta (genitori/figli) e immobili locati a canone concertato (con la cosiddetta formula del «tre più due»). Si ricorda che non si tratta di un’esenzione, bensì di un’agevolazione, limitata alla linea di parentela diretta (padre, madre e figli) e non estesa ai fratelli o ad altri parenti.

L’Ufficio Tributi è a disposizione per informazioni al numero di telefono: 0522.998555. I modelli sono reperibili sul portale dedicato ai Tributi: http://tributi.comune.casalgrande.re.it/