Convegno del Rotary Club Reggio Emilia presenta i risultati della ricerca sugli esiti scolastici in italiano e matematica di circa 3000 studenti reggiani


Passante-RondaniniIl Rotary Club Reggio Emilia dal 2008 è impegnato ad attivare e sostenere percorsi di valorizzazione della cultura e di riconoscimento del merito dei giovani e dei loro formatori, promuovendo seminari e incontri sui temi dell’istruzione e dell’educazione con relatori qualificati.

Un contributo al quale anche quest’anno il Rotary intende tener fede organizzando un convegno, in collaborazione con la Fondazione Manodori, aperto al pubblico, dal titolo “Valutare gli alunni, gli insegnanti e le scuole: un’opportunità per l’intera Comunità” – che si terrà giovedì 24 ottobre, alle ore 16.30, presso l’Hotel Mercure Astoria (in via Nobili 2) a Reggio Emilia – nel corso del quale verrà presentato il rapporto conclusivo dell’articolato progetto “Verso un sistema provinciale di valutazione”.

Tra i relatori, Ernesto Passante, coordinatore del progetto, che introdurrà il tema con un intervento dal titolo “Verso un sistema provinciale di valutazione”, e Dino Cristanini, già direttore generale Invalsi, che terrà una relazione su “Il valore del sistema nazionale di valutazione”, a cui si aggiungerà il contributo di Alberto Meomartini, presidente della Commissione Università di Confindustria.

Il progetto che sarà presentato giovedì prossimo ha preso in esame gli esiti scolastici in italiano e matematica di circa 3000 studenti reggiani che hanno sostenuto, dal 2010 al 2012, gli esami di licenza media, evidenziando una serie di fattori positivi e critici sui risultati conseguiti. Inoltre, l’indagine ha ricostruito la biografia valutativa dello stesso allievo dalla classe quinta della scuola primaria sino all’ultimo anno della secondaria di primo grado, attraverso nuclei di autovalutazione costituiti in ognuna delle sette scuole scelte come campione.

I risultati della ricerca rappresentano, quindi, un importante parametro per l’intero sistema formativo in grado di favorire l’avvio di un sistematico lavoro di monitoraggio non solo nella nostra provincia, ma in tutte le scuole della Regione e del resto del Paese.

Le conclusioni del convegno, introdotto dal presidente del Rotary Club Reggio Emilia, Antonio Marturano, affiancato dalla professoressa Gianna Fontanesi, saranno affidate a Luciano Rondanini, dirigente tecnico dell’Ufficio Scolastico della Regione Emilia Romagna che porterà anche il contributo del Sottosegretario del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Marco Rossi Doria, che ha voluto partecipare inviando una propria relazione scritta sugli importanti risultati ottenuti.