23.7 C
Comune di Sassuolo
giovedì 29 Settembre
HomeModenaPrecari scuola: uscito il decreto di abilitazione all'insegnamento. Cisl Modena: "rispettare accordo...




Precari scuola: uscito il decreto di abilitazione all’insegnamento. Cisl Modena: “rispettare accordo 2011 su assunzioni ed ATA”

Monica-Barbolini-3Soddisfazione della Cisl Scuola di Modena per la pubblicazione, avvenuta oggi sulla Gazzetta Ufficiale, del decreto 58/2013 del Ministero dell’Istruzione, università e ricerca, che disciplina le modalità di accesso ai percorsi formativi speciali (Tfa, Tirocinio formativo attivo) per il conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento. «È stato raggiunto un obiettivo al quale abbiamo dedicato in questi mesi un grande impegno – commenta Monica Barbolini, segretario provinciale della Cisl Scuola – Vogliamo garantire l’opportunità di esercitare in modo stabile la propria professione a chi da tempo lavora nella scuola. In questo senso i Tfa speciali rappresentano un passo in avanti, in quanto l’abilitazione è requisito necessario per un’eventuale assunzione a tempo indeterminato». Sono interessati ai percorsi speciali coloro che, in possesso dei titoli di studio richiesti, abbiano prestato almeno tre anni di servizio nel periodo compreso tra il 1999/2000 e il 2011/12, col possesso del prescritto titolo di studio in scuole statali, paritarie o centri di formazione professionale limitatamente ai corsi per l’assolvimento dell’obbligo. Chi possiede i requisiti ha tempo fino al 29 agosto per iscriversi attraverso la procedura on line. Nella direzione di garantire un lavoro stabile va anche l’accordo triennale, firmato nel 2011, che prevede l’assunzione a tempo indeterminato di personale docente e ata (amministrativo, tecnico e ausiliario) sui posti vacanti e disponibili. «È proprio in virtù di questo accordo, fortemente voluto dalla Cisl – ricorda Barbolini – che negli ultimi due anni sono stati assunti circa 100 mila precari nelle scuole italiane. In questi giorni stiamo operando un “pressing” sull’amministrazione affinché avvii l’iter per assumere in ruolo altri ata e docenti, rispettando così l’accordo del 2011». Quanto alla dotazione organica docenti, la Cisl Scuola esprime soddisfazione per i 142 posti in più, rispetto all’organico di diritto, assegnati alla nostra provincia e comunicati dall’Ufficio scolastico provinciale. «49 docenti sono destinati alle esigenze dell’area sismica – conferma il sindacato di palazzo Europa – Gli altri potranno rispondere alle necessità delle singole istituzioni scolastiche sia per la dotazione necessaria al funzionamento di sezioni e classi, sia – conclude il segretario della Cisl Scuola – per attivare progetti didattici e prevenire la dispersione scolastica».
















Ultime notizie