Taglio del nastro “olimpico” per “In Forma RE”


taglio-in-forma-reLa “maratona benefica” dei campioni olimpici Stefano Baldini e Giuliano Razzoli ha aperto ufficialmente questa mattina “In Forma RE”, la manifestazione che fino a domenica vedrà l’intera provincia reggiana mettere in mostra le proprie eccellenze al grande pubblico, a operatori del settore, investitori, turisti e giornalisti di diversi Paesi. Un lungo fine settimana all’insegna di cultura e cucina con la serata di show-cooking e atelier al centro Malaguzzi; di musica d’autore; maratone, pedalate e tanto sport in strada; workshop e business-matching; degustazioni in cantine, acetaie e caseifici e stand, in corso Garibaldi, dedicati ai nostri migliori prodotti.

Prima della partenza, a Palazzo Allende, si è svolta la cerimonia d’inaugurazione in una gremita Sala del Consiglio dove, oltre alle autorità locali, erano presenti delegazioni della Cina, del Nord Africa e della Provincia tedesca ‘gemella’ dell’Enzkreis. “Vogliamo unire Reggio Emilia per darle maggiore visibilità e valore – ha spiegato la presidente Sonia Masini nell’illustrare l’iniziativa -. Vogliamo rafforzare i nostri rapporti internazionali, creare occasioni di scambio e aiutare le economie. Vogliamo reagire alla crisi. L’Italia è un Paese che ha risorse straordinarie che non possono essere disperse, ma che vanno organizzate, presentate e proposte”.

Per l’assessore comunale ai Progetti speciali Mimmo Spadoni “dare forma, dare un tratto distintivo alle nostre eccellenze, alla nostra sostenibilità e qualità di vita sono le buone ragioni di questa iniziativa: viviamo in un territorio dove le eccellenze, le competenze distintive cercano tutti i giorni di essere coniugate con quella che è la qualità ambientale e della vita”.

Sull’idea di fare squadra, filosofia di “In Forma RE”, si sono soffermati il presidente della sezione di Reggio Emilia del Consorzio Parmigiano Reggiano Graziano Salsi e Luigi Orlandini, presidente del Comitato promotore “Reggioemiliana 2013”. “Noi crediamo nel fare sistema perché lo interpretiamo. Bisogna lavorare insieme. Questo è un progetto ricco di contenuti a cui dobbiamo dare continuità”, ha sottolineato Salsi, mentre Luigi Orlandini ha ringraziato la presidente della Provincia Sonia Masini “per aver portato avanti il progetto con tenacia e con l’idea di coalizzare. L’iniziativa funziona se è sentita da tutti gli operatori reggiani”. Ed ha aggiunto: “Quando parte la spirale negativa, il modo per spezzarla è creare fiducia”. Anche da Carlo Capria, rappresentante della presidenza del Consiglio dei ministri, giudizio positivo su “In Forma RE”, perché “per crescere bisogna puntare proprio sulle eccellenze”.

Al termine della cerimonia d’inaugurazione, “scortati”da una dozzina di studenti del Chierici (che hanno brillato ai Campionati studenteschi) e portando con sé un assegno da 10 mila euro, Baldini e Razzoli sono partiti da corso Garibaldi per raggiungere l’ospedale “Santa Maria Nuova”, uno dei simboli dell’eccellenza reggiana in campo sanitario. Lungo il percorso i due ori olimpici di Atene 2004 e Vancouver 2010 si sono fermati al parco Cervi dove hanno incontrato i circa 250 alunni delle 10 scuole vincitrici del concorso “Buon cibo per crescere bene” e hanno poi raggiunto l’arcispedale. Qui, insieme alla presidente della Provincia Sonia Masini, hanno consegnato alla vicepresidente di Ascmad-ProRa Cinzia Iotti (che è anche direttore della Struttura di Radioterapia del “Santa Maria Nuova”) e alla segretaria dell’associazione Paola Ruggieri l’assegno che contribuirà all’acquisto di una apparecchiatura tecnologicamente avanzata per la lotta ai tumori. “E’ la rappresentazione più bella del lavoro di un gruppo: la cittadinanza ci é stata come sempre vicina, a partire proprio dalla presidente Masini”, ha commentato il direttore della Struttura di Radioterapia. Il direttore sanitario del Santa Maria Nuova, Giorgio Mazzi ha fatto sapere che il bando per l’acquisto verrà emesso entro luglio e il nuovo acceleratore lineare dovrebbe quindi essere operativo nella primavera del prossimo anno.

In corso Garibaldi, nella mattinata, sono stati aperti gli eleganti stand nei quali si potranno acquistare o degustare i migliori prodotti reggiani, suddivisi in varie “isole”: latte, carne, cereali, vino e aceto, miele e confetture, prodotti per cosmesi-salute e della biodiversità, orto sul balcone, mentre Palazzo Allende, nel corso della giornata, ha ospitato diversi workshop, incentrati in particolare su internazionalizzazione e nuovi mercati, creatività e innovazione tra start-up e incubatori d’impresa come Fab.Lab, ma anche nella scuola e nel turismo.

ospedale