Uisp, Comune e Ausl Reggio Emilia presentano “1 km di salute”


1-km-di-saluteScoprire i propri tempi in resa in salute e aiutare a comprendere quale tipo di attività fisica sia più adatta alle proprie esigenze. È stato presentato questa mattina, presso la Sala della Giunta del Comune di Reggio Emilia, il progetto “1 km in salute”, promosso in ambito territoriale da UISP Reggio Emilia, Comune di Reggio Emilia e Ausl Reggio Emilia.

L’iniziativa, che sarà inaugurata ufficialmente sabato 25 maggio, alle ore 17.00, presso il Parco del Lungo Crostolo di Reggio Emilia, mira a contrastare la sedentarietà e a promuovere l’attività fisica moderata in relazione alle capacità individuali, in modo semplice e a basso costo: “1 km in salute” è inserito nell’ambito del Programma nazionale CCM “Una rete di Azioni per rendere operativa la Carta di Toronto”, che coinvolge in ambito nazionale le Regioni Emilia-Romagna, Marche e Puglia, attraverso una stretta collaborazione tra Aziende sanitarie, Comitati provinciali UISP e Comuni.

Alla mattinata erano presenti Evelyn Iotti, responsabile UISP RE per “1 km in salute”, Silvana Cavalchi, presidente UISP Reggio Emilia, Matteo Sassi, Assessore del Comune di Reggio alle Politiche sociali, Lavoro e Salute e Progetto Casa, e Fabiana Bruschi, dell’Ausl Reggio Emilia.

«Ringrazio l’Ausl e il Comune di Reggio Emilia per il sostegno dato a questa iniziativa, un progetto che rientra appieno nel concetto di sportpertutti di cui da sempre la UISP è portatrice: in questo caso la sfida è ancora più interessante, perché la nostra intenzione è quella di coinvolgere proprio coloro che ancora non svolgono attività fisica» ha spiegato Silvana Cavalchi. Parole condivise dall’assessore Sassi: «Ringraziamo coloro che hanno lavorato a questo progetto, e in particolare la UISP RE, perché si tratta di un’iniziativa di grande valore, che valorizza uno degli spazi più importanti della nostra cintura verde cittadina, e promuove stili di vita sani, abituando la cittadinanza a utilizzare sempre di più i parchi in modo consapevole». A concludere gli interventi Fabiana Bruschi, dell’Asl: «abbiamo colto in maniera molto partecipe gli stimoli con questo progetto, arrivati anche dall’Assessorato regionale alla salute, che da alcuni anni sta cercando di promuovere la prevenzione delle patologie attraverso l’attività fisica. Un elemento importante, anche nella prevenzione dei tumori: la presunzione è dunque quella di portare con questo progetto la gente a fare attività fisica moderata, nel tempo e con costanza».

Al giorno d’oggi la sedentarietà rappresenta, nei paesi industrializzati, il secondo più importante fattore di rischio per la salute, dopo il fumo; studi scientifici hanno evidenziato come esista una stretta connessione tra l’inattività fisica e le patologie croniche (quali malattie cardiovascolari, ictus, diabete e neoplasie), che rappresentano circa il 75% delle cause di morte. Ciò incide notevolmente sui costi diretti e indiretti dell’assistenza sanitaria e ha un impatto significativo sulla produttività e sugli anni di vita in buona salute.

Il percorso di “1 km in salute” sarà allestito all’altezza del Ponte di Ferro nel bel mezzo del Parco del Lungo Crostolo di Reggio Emilia. Non uno spazio sportivo, ma uno “spazio educativo per la salute”: un’area attrezzata, affidata al Comitato Territoriale UISP Reggio Emilia dove, grazie all’ausilio di due operatori qualificati, sarà possibile, dal 27 maggio, eseguire test motori (velocità di passo e test della fatica), individuando la velocità ideale per camminare velocemente (o correre lentamente), senza che l’intensità dello sforzo sia controproducente. In pratica, sarà cronometrato il tempo necessario a ciascun partecipante per percorrere il percorso di un 1 km, a una frequenza cardiaca equivalente al 70% di quella massima, calcolata con l’aiuto di un cardiofrequenzimetro. I minuti impiegati rappresentano il tempo ideale (e non la massima performance) per ottenere i migliori benefici sulla salute e saranno comunicati alla persona e riportati in un tesserino per verificarne a distanza di tre mesi i miglioramenti.

Le persone che avranno effettuato il test saranno consapevoli del loro tempo ideale e gli operatori organizzeranno i gruppi di cammino omogenei (10 minuti, 11 minuti, 12 minuti e così a seguire), in modo che le persone si divideranno in funzione della loro velocità ideale.

La partecipazione è gratuita e previa prenotazione dal 27 maggio. Per informazioni e prenotazioni: UISP Reggio Emilia, 0522/267203; email: reggioemilia@uisp.it – www.uisp.it/reggioemilia

In caso di pioggia l’inaugurazione sarà spostata a sabato 1 giugno 2013.