A settembre riapriranno 343 delle 429 scuole coinvolte dal sisma in Emilia




A settembre riapriranno 343 delle 429 scuole coinvolte dal sisma in Emilia, 191 delle quali sono gia’ agibili e altre 152 recuperabili con piccoli interventi: la quantificazione e’ arrivata in Assemblea legislativa dall’assessore regionale Patrizio Bianchi, che ha risposto a una interrogazione di Gabriella Meo (Sel-Verdi).

Ferrara e’ numericamente la provincia piu’ colpita per i danni alle scuole, seguita da Modena, Reggio Emilia e Bologna.

Le scosse piu’ dannose sono risultate quelle del 29 maggio.

Sono 86 invece gli edifici scolastici inagibili perche’ piu’ gravemente danneggiati e che non potranno riaprire prima del settembre 2013. Anche gli alunni di queste scuole dovranno pero’ avere un posto gia’ alla riapertura dell’anno scolastico dopo l’estate, ha precisato ieri il presidente della Regione e commissario alla ricostruzione, Vasco Errani, annunciando a breve il bando per la fornitura dei moduli prefabbricati di alta qualita’ che dovranno sostituire gli edifici inagibili.

Bianchi ha ricordato che la seconda ordinanza commissariale di Errani (16 giugno) prevede che Comuni e Province procedano immediatamente al ripristino degli edifici scolastici che non presentano danni alle strutture portanti o che appaiano riparabili con interventi limitati, ma garantendo comunque sia le norme antisismiche che la massima efficienza energetica.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013