Con Mutina un Cersaie all’insegna del design


Dopo il successo internazionale ottenuto dal primo progetto, Mutina ha perseguito nella ricerca intrapresa: nuovi protagonisti d’eccezione, diversi sia per formazione che per cultura, hanno oggi ultimato progetti ceramici inediti. Nello specifico, oltre a Patricia Urquiola, che torna con un suo progetto, Tokujin Yoshioka, pluriacclamato designer giapponese e Raw Edges, giovane studio londinese d’origine israeliana sono le firme per il 2010 che l’azienda presenterà, in anteprima mondiale alla prossima edizione del Cersaie (Bologna, 28 settembre-2 ottobre 2010).

I tre designer hanno scelto di affiancare l’azienda anche in fiera, durante la conferenza stampa e gli incontri programmati in 3 momenti diversi, il 28 e il 29 settembre, nel nuovo stand Mutina Ceramiche.

Per presentare queste importanti novità Mutina Ceramiche ha infatti scelto un nuovo spazio espositivo nel Pad. 22 – stand A192/B179, raddoppiato rispetto alla scorsa edizione. Una nuova architettura per accompagnare gli ospiti allo scoperta delle nuove collezioni Bas Relief, Déchirer (la Suite), Bitten, Phenomenon, Folded, Flow e Ceramica.

È lo stimolo a sfidare l’impossibile, a parlare nuovi linguaggi, a ottenere effetti cromatici e texture inediti, a confrontarsi con culture lontane, quello che ha guidato Mutina nella scelta dei partner progettuali delle nuove collezioni. E un minimo comune denominatore: l’essere un designer che si trova ad affrontare per la prima volta il progetto ceramico.

A partire da PATRICIA URQUIOLA, la designer spagnola con cui l’azienda continua il lavoro di ricerca sui formati, sulle miscele, sulle opacità, sulle texture, anche con microinterventi, bassorilievi, incisioni, lavorazioni sul bordo. Nascono così le collezioni Bas Relief, Déchirer (la Suite) e Bitten.

TOKUJIN YOSHIOKA, con una forte matrice di poesia applicata all’hi-tech è l’autore della collezione PHENOMENON ispirata ai fenomeni naturali e alle varie espressioni della natura quali nidi d’ape, cristalli di neve, formazioni di ghiaccio e cellule vegetal! i.

Con i giovani designer israeliani dello studio RAW EDGES, al secolo, Yael Mer e Shay Alkalay, Mutina presenta la collezione FOLDED, che riproduce nella ceramica gli effetti della carta piegata. Una sfida per questi ragazzi, non nuovi a sperimentazioni con questo fragilissimo, delicato e sottile materiale.

MUTINA firma infine le altre 2 collezioni: il nuovo progetto FLOW – Floorcovering and Wallcovering nato dall’idea di conservare nella superficie della materia ceramica le tracce del processo di creazione: un progetto contemporaneo e informale che risolve pavimenti, superfici verticali e scale con sobria eleganza e CERAMICA una gamma da rivestimento prodotta artigianalmente per trafila e declinata in una palette di 9 colori: dal bianco al nero passando per i toni di grigio e una gamma di naturali.