Festival Uguali_Diversi, le dichiarazioni degli Enti promotori


Si è aperta venerdì pomeriggio la maratona d’incontri dedicati alla questione giovanile proposta dal Comune di Novellara, di Correggio, di Boretto e dalla Provincia di Reggio Emilia. Il Sindaco di Novellara, ha esordito ricordando Angelo Vassallo, Sindaco di Pollica (Salerno) esempio di legalità ed onestà. Ha ricordato che il festival come “infrastruttura culturale” cerca di produrre stimoli e dibattiti anche attraverso le critiche. E con amarezza ha ricordato come nel nostro paese s’investe in scuola e formazione solo il 4% del PIL, meno del Brasile e della Slovacchia. La parola è poi passata al Sindaco Marzio Iotti di Correggio: “L’obiettivo di discutere di giovani è una sfida fondamentale per una duplice tensione: la globalizzazione che crea orizzonti infiniti e la reazione di difesa e di paura. Di fronte ad uno spaesamento generale i relatori proposti dal comitato scientifico e le loro opinioni serviranno a far riflettere ed a confrontarci. Non c’è alcuna sorpresa nel disinvestire su cultura e istruzione per un Governo che non ha alcun interesse a creare giovani con senso critico e conoscenza, pascolo per la propaganda ed il mantenimento del potere”. L’assessore alla cultura di Boretto ha portato il saluto del proprio paese appoggiando moralmente l’iniziativa. Infine l’assessore provinciale Marco Fantini ha posto una doverosa riflessione sulla l’attuale rapporto dei giovani con la politica, troppo ingessata ed incapace di consegnare speranze ai giovani.