domenica, 16 Giugno 2024
13 C
Comune di Sassuolo
HomeFioranoEmilceramica: il 20/5 sciopero e corteo a Fiorano





Emilceramica: il 20/5 sciopero e corteo a Fiorano

Blocco immediato degli straordinari e sciopero di due ore dei dipendenti Emilceramica, con manifestazione e corteo sulla via Ghiarola Nuova a Fiorano. Sciopero e corteo si terranno nella mattinata di giovedì prossimo 20 maggio per iniziativa di Femca-Cisl, Filctem-Cgil e Uilcem-Uil di Modena, che hanno preso la decisione insieme alle rsu aziendali al termine delle assemblee tenutesi con i lavoratori.

«Con il mancato accordo del 15 aprile relativo ai 29 lavoratori in esubero – spiegano i sindacati – abbiamo purtroppo dovuto registrare l’ennesima scorrettezza della direzione aziendale di Emilceramica sul sistema di relazioni industriali, la sua totale indisponibilità ad avviare un confronto di merito con la delegazione sindacale e con le istituzioni non solo sul reintegro di quei lavoratori, ma anche sul futuro piano industriale e occupazionale». Nelle assemblee i rappresentanti dei ceramisti di Cgil-Cisl-Uil hanno raccolto la preoccupazione tra i lavoratori dei siti produttivi di Fiorano sulle prospettive future di un’azienda che, dopo la chiusura degli stabilimenti San Francesco, Provenza, Dual e Solignano, non può più definirsi un gruppo.

«L’azienda ha già subito un pericoloso ridimensionamento i cui effetti sul piano sociale sono gravi – osservano Femca-Filctem-Uilcem – Alla direzione aziendale chiediamo, perciò, chiarezza sugli investimenti futuri per il rilancio di questa importante azienda del distretto ceramico. Soprattutto poniamo una domanda molto chiara alla proprietà e alla dirigenza: “credete ancora nel futuro di questa impresa in Italia?”». I sindacati ci credono e per questo rifiutano nella maniera più assoluta ogni eventuale idea di ulteriore ridimensionamento produttivo e occupazionale, tanto più se messo in atto in modo forzato e unilaterale.

«Dalle assemblee è emerso ancora una volta il grande senso di responsabilità dei lavoratori che – sottolineano i sindacati – sono ancora disponibili al dialogo e alla collaborazione, ma chiedono all’azienda chiarezza e trasparenza sui futuri impegni finanziari, produttivi e occupazionali. Soprattutto i dipendenti chiedono che non avvengano azioni unilaterali come il licenziamento coatto dei 29 lavoratori seguito al mancato accordo sull’esubero.

Per ottenere questo e per difendere i siti produttivi di Fiorano – concludono Femca-Filctem-Uilcem – inizia da oggi la mobilitazione che parte col blocco immediato degli straordinari e continua con la manifestazione di protesta di giovedì prossimo 20 maggio, abbinata a due ore di sciopero».

















Ultime notizie