Presentazione programma Maggio Fioranese 2010


Il Comitato Fiorano in Festa e l’Amministrazione Comunale hanno incontrato la stampa per annunciare le iniziative del Maggio Fioranese 2010: le attività culturali, sportive, commerciali, gli spettacoli e l’organizzazione della viabilità. Erano presenti l’Avv. Gian Carla Moscattini, Presidente del Comitato, Sergio Romagnoli, Segretario di Lapam Confartigianato Imprese di Fiorano, Sergio Pederzini, Assessore alle Attività Produttive del Comune, Carlo Alberto Valentini, Direttore Confesercenti di Sassuolo, Vanda Albicini, Direttore CNA di Fiorano, e Alessandro Berselli, Segretario Ascom Confcommercio di Fiorano.

L’Avv. Gian Carla Moscattini ha voluto sottolineare lo scopo del Maggio Fioranese, l’obiettivo di chi l’ha organizzato, e cioè che tutti, fioranesi e non, continuino a frequentare e a vivere il centro di Fiorano. Per far ciò il programma del Maggio Fioranese 2010 è stato strutturato in modo che tutti i livelli culturali e sociali fossero accontentati. Infatti ogni domenica è dedicata ad un tema diverso: la prima, il 9 maggio, è dedicata ai bambini e ai ragazzi, la seconda ai gemellaggi, la terza all’intercultura e alla cooperazione internazionale, la quarta al volontariato sociale. Inoltre, al fine di non limitare il Maggio ad una manifestazione esclusivamente ricreativa, all’interno del Palazzo Astoria verrà allestita una libreria che offrirà sia i libri degli autori che parteciperanno agli incontri culturali della domenica mattina al Teatro Astoria, autori del calibro di Enrico Mentana (9 maggio), Luciano Garofano (16 maggio), Padre Anthony Elejimittam (23 maggio) e Aldo Busi (30 maggio), sia best sellers nazionali e internazionali. L’Avv. Moscattini ha voluto anche ricordare e dare importanza ad una data che non viene quasi mai collegata al Maggio Fioranese, ma che in realtà da un po’ di anni ne viene considerata un’appendice: il 24 giugno, festa di San Giovanni Battista, patrono di Fiorano. La serata del 24 è riservata alle memorie storiche di Fiorano e alla collaborazione tra autorità civili e religiose, in quanto saranno presenti sia il Parroco che il Sindaco, oltre a circa 500 persone nate prima del 1940. Tutto ciò è possibile grazie al lavoro del Comitato Fiorano in Festa e dei volontari della Parrocchia e del 118. Questa serata dimostra che il Maggio Fioranese è stato creato apposta perché nessuno si senta escluso dalla vita del proprio paese. Ognuno trova la propria collocazione all’interno del Maggio. L’avvocato ha voluto anche sottolineare che ciò che conta non sono i grandi nomi, ma lo spirito: con il momento di crisi che il distretto ceramico sta vivendo sarebbe potuto sembrare estremamente fuori luogo e anche irrispettoso per coloro che si trovano in difficoltà proporre serate e spettacoli dal costo esagerato, e infatti si è optato per un programma ricco ma rispettoso del momento che stiamo vivendo.

Sergio Romagnoli, Segretario di Lapam Confartigianato Imprese di Fiorano, ha presentato gli eventi di maggior spicco del Maggio, tra i quali il concerto di Marco Baroni (sabato 8 maggio), artista sassolese giunto addirittura fino al palco del Festival di Sanremo, l’esibizione del coro Piccole Colonne (domenica 9 maggio), formato da una trentina di bambini e bambine di età compresa fra i 5 ed i 13 anni che cantano musica leggera e le canzoni nate dal concorso “Un Testo per Noi” (Festival della canzone Europea dei bambini), dove i testi vengono scritti dagli alunni delle scuole primarie e musicati da grandi autori della musica leggera italiana, il RadioLiveShow (sabato 15 maggio), che vedrà sul palco Matteo Becucci, i Modà, Andrea Vasumi di Zelig e la Compagnia di danza Just Dance, le selezioni di Miss Italia (sabato 22 maggio), il concerto dei Borghibros (domenica 23 maggio), cantanti sassolesi dal vasto pubblico, la serata Talent Vocal Selection Live (sabato 29 maggio), con ospiti come Antonino e Stefano di Amici, e il concerto di Maurizio Somieri (domenica 30 maggio), il mitico chitarrista di Vasco. Tutti i sabati e le domeniche inoltre saranno presenti tanti punti di ristoro: presso il Centro Parrocchiale di Fiorano, nella zona “Villaggio Latino”, in Piazza Martiri Partigiani e a Villa Cuoghi.

In rappresentanza dell’Amministrazione Comunale è intervenuto l’Assessore alle Attività Produttive Sergio Pederzini, che ha evidenziato l’aspetto “locale” di questo Maggio Fioranese, e che ha voluto ricordare le iniziative sportive come le dimostrazioni di arti marziali in via Vittorio Veneto e le iniziative commerciali come i due week end (15/16 e 22/23 maggio) in cui a Fiorano sarà presente il mercatino degli artigiani toscani.

Vanda Albicini, Direttore CNA di Fiorano, ha voluto esprimere la propria soddisfazione per il risultato ottenuto anche quest’anno, nonostante le difficoltà iniziali dovute alle carenze di budget, e soprattutto per lo spazio che è stato dato a tanti giovani artisti del nostro distretto.

Carlo Alberto Valentini, Direttore Confesercenti di Sassuolo, ha elogiato lo sforzo del Comitato Fiorano in Festa per far sì che la qualità della manifestazione non fosse inferiore a quella degli anni scorsi, e ha ricordato quanto una manifestazione di questo tipo possa essere importante, soprattutto in un periodo come quello che stiamo vivendo, per le associazioni di categoria.

E’ importante ricordare che la viabilità sarà modificata in modo da rendere sempre possibile l’accesso al Santuario di Fiorano.

foto da sinistra: Gian Carla Moscattini presidente Comitato Fiorano in Feste, Carlo Alberto Valentini direttore Confesercenti Sassuolo, Alessandro Berselli segretario Ascom Confcommercio Fiorano.