‘Mamme a progetto’ in scena lunedì 8 marzo a Formigine e il 9 a Medolla


Doppio appuntamento in occasione della Festa delle Donne firmato T come Teatro. L’8 marzo alle 21, presso il Teatro Incontro di Corlo, con replica il 9 marzo, sempre alle 21, al Teatro Facchini di Medolla va in scena “Mamme a progetto” di e con Emanuela Currao e Beatrice Schiros.

Non sempre arrivano le cicogne. Capita talvolta di doverle cercare queste cicogne, per lungo tempo e con tanta fatica. In scena chiacchiere, pensieri e riflessioni sui tanti modi di diventare madre. Al centro, un figlio sognato, rimandato, aspettato, desiderato; un figlio a tutti i costi, costi anche molto alti…

Uno spettacolo teatrale dove si parla di maternità desiderate, cercate, si parla di mamme non ventenni, si parla della Legge 40 e di tutte le sue conseguenze, si parla di turismo procreativo, si parla degli iter dolorosi a cui ci si deve sottoporre per avere un figlio, soprattutto qui in Italia, insomma tematiche tristemente attuali e soprattutto un argomento che coinvolge davvero una quantità insospettabile di persone. La cifra è comunque ironica, si ride, ci si racconta, si riflette.

L’iniziativa si inserisce nella rassegna “T come teatro”, organizzata dall’Associazione Progettarte, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e dai Comuni di Modena, Carpi, Formigine, Medolla e Castellarano, patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e dall’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, sostenuta da Unipol Gruppo Finanziario, in collaborazione con Infinito Edizioni e Advert Factory.