Cgil e 8 Marzo 2010: incontri su donne, lavoro, immigrazione e razzismo


Oltre al progetto di solidarietà per le donne e i bimbi di Haiti legato alla tradizionale distribuzione di mimose insieme a Cisl e Uil, la Cgil di Modena promuove anche altre iniziative per la festa della donna. Dedicato alla città e a tutte le donne impegnate nel sindacato, è il ciclo di incontri in calendario da marzo a maggio “Donne, lavoro, migrazioni, razzismo” in collaborazione con le ricercatrici del Laboratorio di Etnologia dell’Università di Modena.

“Abbiamo pensato a questa iniziativa – afferma Fiorella Prodi della Cgil di Modena – partendo dalla sensibilità di ricercatrici e sindacaliste sui temi della differenza di genere, delle diseguaglianze sul lavoro, dell’integrazione tra popoli”.

“Temi ineludibili – spiega Prodi – per chi vuole tutelare e garantire i diritti delle lavoratrici, la libertà e la dignità delle donne sul lavoro e nella società, i diritti delle donne immigrate, favorire il superamento dei pregiudizi sociali e combattere i fenomeni di razzismo”.

Il primo appuntamento è mercoledì 17 marzo con l’incontro “Doppia presenza, maternità e ruoli genitoriali” di Alessandra Gribaldo dell’Università di Modena e Reggio e Emilia, accompagnato dalla proiezione del documentario “Uno virgola due” di Silvia Ferreri. Secondo incontro mercoledì 21 aprile “La violenza contro le donne tra sessismo e razzismo” di Valeria Ribeiro Corossacz dell’Università di Modena e Reggio Emilia. Chiude il ciclo, l’incontro di mercoledì 12 maggio “Nuove ripartizioni di genere: il lavoro nelle migrazioni contemporanee” con Barbara Pinelli Università Milano Bicocca e Selenia Marabello Università di Bologna.

Tutti gli incontri si svolgeranno presso la sala “1° Maggio” della Cgil di Modena (piazza Cittadella 36) dalle ore 15 alle 18.

Inoltre, per il quarto anno consecutivo, la Cgil di Modena promuove, insieme ad associazioni femminili della città, il VDay 2010. Nelle serate del 15 e 17 marzo, alla Tenda di Modena, andrà in scena la rappresentazione de “I monologhi della vagina” di Eva Ensler con il coinvolgimento di attrici non professioniste di diverse generazioni. Lo spettacolo modenese fa parte del progetto internazionale del VDay che gode del patrocinio della stessa autrice Eva Ensler e finalizza il ricavato delle serate ad iniziative in favore di donne che hanno subito violenza.

La Cgil partecipa anche alle iniziative istituzionali per l’8 marzo della Commissione Pari Opportunità Unione Terre d’Argine e della Provincia di Modena, con interventi delle sindacaliste in particolare sui temi del lavoro delle donne in tempi di crisi.