Giuliana Sgrena al Castello di Formigine


Venerdì 5 marzo alle ore 21 presso il castello di Formigine, Giuliana Sgrena presenterà il suo ultimo libro dal titolo “Il ritorno. Dentro il nuovo Iraq”, edito da Feltrinelli. L’incontro, in collaborazione con l’associazione culturale Progettarte, si inserisce nella rassegna di appuntamenti con gli autori “In punta di Penna”, promossa dalla Biblioteca comunale.

La giornalista, rapita nel 2005 a Baghdad dall’organizzazione della Jihad islamica e liberata dai servizi segreti italiani in circostanze drammatiche che hanno portato all’uccisione di Nicola Calipari, agente dei servizi di sicurezza italiani, sarà intervistata dall’Assessore alla Cultura Mario Agati.

Nel libro, la Sgrena parla del suo ritorno in Iraq a cinque anni dal rapimento. Ritornare in luoghi tanto amati, ma anche così drammatici, è fonte di vivo shock. Ma con lo scorrere delle pagine, l’autrice lascia spazio alla descrizione di ciò che vede. Ora la vita, nonostante lo stillicidio di attentati sanguinari, sembra riprendere i ritmi del periodo di Saddam Hussein. La gente torna a mangiare sulle rive del Tigri, le donne riconquistano una visibilità sociale e politica, tanto da abbandonare il velo, e anche la sinistra sociale, seppur con fatica, sembra riconquistare uno spazio che tradizionalmente le appartiene.