Quota novecento per la F10


Ancora una giornata positiva per la Scuderia Ferrari Marlboro nei test all’autodromo “Ricardo Tormo” di Cheste, vicino a Valencia. Felipe Massa, anche ieri,  è risultato il più veloce in pista, avendo fatto fermare i cronometri sul tempo di 1.11.722. Ovvio che è presto per trarre delle conclusioni sul valore assoluto di questa prestazione ma si tratta comunque di un buon modo per iniziare lo sviluppo della F10.

Ciò che è ancor più confortante è il quantitativo di chilometri percorsi finora: ai 102 giri completati ieri si sono aggiunti i 124 di oggi portando il chilometraggio complessivo a superare quota 900. In più, non si sono registrati problemi di affidabilità, a testimonianza della bontà del lavoro fatto dalla squadra ai banchi prova nelle settimane che hanno preceduto il debutto in pista.

“Sono contento perché era un po’ di tempo che non facevo tanti chilometri di seguito” – ha detto Felipe al termine della giornata – “E’ positivo per me perché mi sento bene dal punto di vista fisico ma soprattutto per la macchina che sta iniziando bene la sua vita. Siamo soddisfatti del lavoro svolto fino ad ora: abbiamo lavorato sull’assetto e, nel pomeriggio, anche sul confronto fra le gomme in varie condizioni. Con tanta benzina a bordo la macchina è ovviamente diversa da guidare ma non abbiamo avuto particolari sorprese. Per quanto riguarda le gomme, dovremo capire bene come funzioneranno su piste diverse da questa e più severe e, soprattutto, con temperature più elevate. Dove siamo rispetto agli altri? Impossibile dirlo, è davvero troppo presto!”

Durante la pausa pranzo Felipe ha ricevuto una visita non prevista, quella di Michael Schumacher. Il pilota tedesco evidentemente non ha resistito al richiamo della cucina italiana e ha voluto riprovare il gusto di un buon piatto di spaghetti aglio olio e peperoncino preparati dal cuoco Carmine. “Cosa ci siamo detti? Nulla di speciale” – ha sorriso Felipe alle domande dei giornalisti – “Siamo amici e ci sentiamo spesso: oggi credo che abbia avuto un po’ di nostalgia per il nostro motorhome, sicuramente qui si mangia meglio che da qualsiasi altra parte nel mondo della Formula 1!”

Dopo aver fatto muovere i primi passi alla F10, Felipe è tornato al suo mestiere più importante, quello di padre: a San Paolo per riabbracciare Felipinho e Raffaela. Il ritorno in Europa è fissato per la prossima settimana, quando il pilota brasiliano sarà in pista a Jerez de la Frontera.