23.7 C
Comune di Sassuolo
mercoledì 28 Settembre
HomeBolognaPronto Soccorso Ortopedico dell’Ospedale Maggiore: ridotti i tempi di attesa, rafforzati gli...




Pronto Soccorso Ortopedico dell’Ospedale Maggiore: ridotti i tempi di attesa, rafforzati gli organici

maggiore_bolognaDrastica riduzione dei tempi di attesa, nuove assunzioni e conseguente rafforzamento degli organici, consolidamento delle attività degli ambulatori per i controlli. A due mesi dal primo bilancio di attività del Pronto Soccorso Ortopedico dell’Ospedale Maggiore, e a lavori quasi ultimati del Tavolo di Monitoraggio della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria, gli impegni assunti e le azioni individuate per semplificare e migliorare l’accesso, a seguito del nuovo assetto organizzativo, stanno dando prova di buona efficacia.

Riduzione dei tempi d’attesa

Particolarmente significativi i risultati conseguiti nella riduzione dei tempi di attesa, ormai prossimi agli standard di garanzia. L’attivazione degli ambulatori dedicati ai controlli dei pazienti già assistiti presso il Pronto Soccorso Ortopedico del Maggiore ha consentito, infatti, di ridurli drasticamente: secondo i dati rilevati sino al 29 novembre, l’82,4% dei codici gialli è assistito entro 30 minuti (contro il 60,3% prima della riorganizzazione), il 98,7% dei codici verdi è trattato entro 180 minuti (contro il 78,8% in precedenza), il 98,8% dei codici bianchi è assistito entro 240 minuti (erano l’80,9%). 

Migliorano, parallelamente, anche i tempi di attesa del Pronto Soccorso generale, in particolare per quanto riguarda i codici gialli e, significativamente, i codici verdi.

Attività ambulatoriali

Dal 19 ottobre sono stati attivati tre nuovi ambulatori, funzionanti dalle ore 14,30 alle ore 19,30, dedicati ai controlli dei pazienti già assistiti presso il Pronto Soccorso Ortopedico. Gli ambulatori sono stati allestititi nella palazzina ambulatori dell’Ospedale e sono gestiti, in parte, da personale degli Istituti Ortopedici Rizzoli. In particolare, il personale infermieristico viene fornito dallo IOR, mentre per quanto riguarda il personale medico ortopedico lo IOR garantisce due sedute ambulatoriali settimanali, la terza è a cura degli ortopedici dell’Azienda USL di Bologna.

L’attivazione degli ambulatori ha consentito, tra l’altro, con lo spostamento in spazi dedicati dei cittadini che devono effettuare controlli (in media 75 per settimana), il decongestionamento delle sale di attesa del Pronto Soccorso ortopedico.

Personale

Il Pronto Soccorso Generale ha potenziato la propria organizzazione interna con l’incremento di un medico nella fascia diurna dalle ore 8,00 alle 20,00, ciò che garantisce ora la presenza di quattro medici (erano tre prima del 19 ottobre). Potenziata anche la presenza assistenziale, con tre infermieri in più.

Per il rafforzamento ulteriore degli organici dell’Ortopedia, entro il prossimo 16 dicembre entreranno in servizio cinque medici ortopedici, per garantire la copertura di tutti i posti vacanti, selezionati sulla base dell’avviso pubblicato sul Bollettino Unico Regionale del 28 ottobre. I primi due incarichi saranno operativi già a partire dal prossimo 7 dicembre. Pubblicato, infine, lo scorso 3 novembre, un bando di concorso a tempo indeterminato per l’assunzione di medici ortopedici in ruolo.

E’ già stato bandito, inoltre, un concorso per l’assunzione di due medici di Pronto Soccorso che verrà espletato entro gennaio. Nel frattempo, utilizzando le precedenti graduatorie e un nuovo avviso pubblico, il prossimo 16 dicembre entrerà in servizio un medico e, successivamente, a metà gennaio, altri due.

Dal 10 ottobre è presente un operatore addetto all’assistenza (OSS) in più, dedicato al servizio di trasporto dei pazienti nella fascia oraria notturna per la sala radiologica del PS ortopedico (in precedenza presente nella fascia oraria 20,00 – 1,00, ora in quella 20,00 – 7,00).

Presente, infine, un tecnico radiologo aggiuntivo a completamento dell’organico, che già oggi garantisce la copertura notturna, dalle 20,00 alle 7,00 del mattino successivo, della radiologia dedicata al Pronto Soccorso Ortopedico.

Logistica

Allestita la nuova sala di attesa temporanea presso l’atrio dell’edificio D, adiacente al PS Ortopedico. Sono in corso, inoltre, i lavori di ristrutturazione che consentiranno di portare gli spazi del PS Ortopedico dedicati alla attesa, entro il mese di aprile 2010, dagli attuali 40 a 115 mq.

Saranno realizzati, inoltre, otto nuovi ambienti, tre nuovi ambulatori, una nuova sala gessi e quattro nuove stanze per i medici di guardia, con relativi servizi igienici. Complessivamente il Pronto Soccorso Ortopedico sarà distribuito su 460 mq, a fronte dei 200 attuali, realizzando una nuova cubatura nel cortile adiacente, per un investimento complessivo di 645.000 euro.

Il sistema cruscotto per la distribuzione dei ricoveri

Il sistema cruscotto per la distribuzione dei ricoveri per pazienti ortopedici con patologia traumatica integra tutta l’offerta di degenza dell’Ospedale Maggiore, dell’Istituto Ortopedico Rizzoli e dell’Azienda Ospedaliera Sant’Orsola-Malpighi, la cui partecipazione alla rete sarà progressivamente potenziata. Ciò significa che i posti letto delle singole strutture sono considerate parte di un’unica dotazione che fa capo alla rete ortopedica metropolitana. Il sistema prevede come unico punto di ricovero notturno il Pronto Soccorso Ortopedico dell’Ospedale Maggiore, ed una rete di degenze disponibili in tutti gli ospedali cittadini. Sono 10, in particolare, i ricoveri assicurati settimanalmente dall’Istituto Ortopedico Rizzoli a favore di pazienti che hanno avuto accesso alla rete attraverso il Pronto Soccorso Ortopedico al Maggiore.

Il flusso di pazienti che, effettuato il triage al PS ortopedico dell’Ospedale Maggiore, ricorre successivamente al PS dello IOR oscilla tra l’1 e il 2%. Analogo flusso si registra in direzione inversa, dal PS dello IOR al PS dell’Ospedale Maggiore, con percentuali che oscillano tra lo 0,5 e l’1%. Numeri esigui sui quali l’Azienda USL di Bologna e lo IOR esercitano un monitoraggio costante in maniera da garantire, nello spirito di piena e continua collaborazione che ha caratterizzato l’intera riorganizzazione dell’assetto del Pronto Soccorso ortopedico nell’area metropolitana bolognese, la migliore accessibilità, qualità e sicurezza delle prestazioni per i cittadini.
















Ultime notizie