Bologna premiata per la mobilità sostenibile


Anche Bologna tra i premiati della settimana europea della mobilità. Il Commissario all’Ambiente ha insignito la prima arrivata la città spagnola di Leon. Il secondo premio va a Budapest e il terzo a Bologna.

La Settimana europea della mobilità, che ha luogo ogni anno con il sostegno della Commissione europea, vuole valorizzare la mobilitaà sostenibile nelle città incoraggiando la scelta di alternative non inquinanti all’uso dell’automobile privata, come andare a piedi o in bicicletta, oppure prendere i mezzi di trasporto pubblici o condividere il trasporto in auto.

I premi sono stati assegnati per il migliore contributo alla settimana europea dell’anno scorso, incentrata sulla lotta al cambiamento climatico, alla quale hanno partecipato 1.322 città che rappresentano una popolazione complessiva di oltre 200 milioni di abitanti.

Nel 2007 i premi sono stati assegnati per la qualità e la portata delle azioni messe in atto dalle autorità locali, per la strategia di comunicazione e di promozione presso la cittadinanza e i media e infine per l’innovatività delle misure permanenti attuate. Le città che si sono candidate al premio sono 45. Le candidature sono state valutate da un gruppo indipendente di sette esperti in tema di mobilità sostenibile e cambiamenti climatici.

Oltre ad aver individuato in Leon, Budapest e Bologna le tre città migliori, la giuria ha riconosciuto come esempi di buone pratiche altre cinque città: Nantes (Francia), Elblag (Polonia), Cascais (Portogallo), Östersund (Svezia) e Glasgow (Regno Unito).

Bologna è stata selezionata come finalista per l’ottima pianificazione delle attività preparate in stretta collaborazione con una nutrita serie di soggetti interessati, come gli operatori del trasporto pubblico, le università e altre giunte regionali. La settimana della mobilità ha anche segnato la conclusione di un forum grazie al quale oltre 300 dei più importanti soggetti interessati e i cittadini hanno potuto partecipare all’elaborazione di un Nuovo Piano Generale del Traffico. Bologna ha inaugurato 21 nuovi bus puliti e ha promosso attivamente modalità alternative di trasporto con la designazione di responsabili della mobilità nelle imprese private.