Reggio E.: ‘Biografie in transizione’, un libro su giovani e lavoro




Giovani e lavoro: un binomio al quale s’accompagna sempre di più un diffuso senso d’incertezza. Giovani che finita l’università cercano un primo impiego. Ragazzi che dopo il liceo accettano di fare stage dopo stage, gratuitamente, pur di entrare in contatto con il mondo produttivo. Giovani che hanno qualche occupazione ma nessuna sicurezza. Giovani disponibili, bravi, che lavorano, magari sempre, ma senza un contratto vero, o che non riescono a vedere nei contratti a progetto altro che una forma di precariato.

Di come è cambiata quella che un tempo era una semplice fase di transizione – dal mondo dell’istruzione a quello del lavoro – si discuterà domani, lunedì 29 gennaio, nell’Aula 1 dell’Università di Modena e Reggio (di fronte all’Aula Magna) in viale Allegri 9, dalle ore 15, in occasione della presentazione del libro di Pier Giovanni Bresciani e Maura Franchi “Biografie in transizione – I progetti lavorativi nell’epoca della flessibilità”, fresco di stampa per i tipi della Franco Angeli editore.

All’incontro promosso dalla Provincia di Reggio Emilia, interverranno – oltre agli autori – il professor Andrea Ginzburg, docente di Economia alla facoltà di Scienze della Comunicazione dell’università di Modena e Reggio e l’Assessore provinciale al Lavoro e alla Formazione professionale Gianluca Ferrari, al quale è affidato l’intervento conclusivo. Il volume di Bresciani e Franchi sostiene un’ ipotesi di fondo secondo la quale la transizione non si può più considerare solo una patologia prodotta dalla flessibilità, oppure un passaggio più o meno lungo verso la vita adulta, ma piuttosto una condizione stabile proposta da questa fase della modernità. Su questa interpretazione sono invitati a discutere tutti coloro che hanno a cuore il futuro delle giovani generazioni.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013