Rapina a Veggia: accoltellato un dipendente


Due malviventi armati di taglierino hanno assaltato questa mattina la Banca Popolare dell’Emilia Romagna in Via Radici, 19/A a Veggia, una rapina violenta in cui è rimasto ferito, in modo non grave, uno dei cassieri, Ercole Castagni di 54 anni.


Il colpo è stato messo a segno verso le 10.30 da due uomini armati di cutter e con il volto travisato, uno dei due indossava un passamontagna mentre l’altro aveva una parrucca grigia e dei baffi finti; i due sono entrati nell’istituto di credito e si sono subito diretti alle casse aperte, due in quel momento. I malviventi non hanno esitato a scavalcare il bancone per farsi consegnare il denaro contenuto nelle casse ed hanno ingaggiato una colluttazione con il cassiere Ercole Castagni che è stato colpito da un fendente al sopracciglio destro; una ferita superficiale quella rimediata dal banchiere che ha però perso molto sangue ed è stato trasportato in ospedale per una serie di esami che hanno escluso conseguenze gravi.





Al momento dell’assalto in banca era presente il personale, sono oltre dieci i dipendenti della filiale, e alcuni clienti, un anziano di circa ottantanni, una esercente del luogo di circa 40 ed un giovane sui 30anni; quest’ultimo si è subito rifugiato nell’ufficio del direttore in cui si sono barricati anche altri dipendenti che hanno avvertito i Carabinieri arrivati sul posto per i rilievi e le indagini. Sotto choc i clienti che hanno assistito alla rapina che hanno mutico cercato di allontanarsi il più possibile dai malviventi per il timore di essere presi in ostaggio. Ancora da quantificare l’esatto ammontare della rapina.