Ha sessanta anni, ma davvero ben portati. E’ il Consiglio Comunale di Sassuolo che spegne le sessanta candeline da quel lontano (eppure anche vicino) aprile del 1946, quando all’indomani della conclusione del terribile conflitto mondiale e della Liberazione dal giogo nazi-fascista, il paese
Iniziò, a ricostruire, faticosamente, il proprio destino.


In tutta Italia vengono così ricordate le assemblee elettive locali che ripresero a funzionare dopo il ventennio di dittatura, per far fronte alle esigenze -spesso drammatiche- della popolazione….
E la nostra città non può fare certamente eccezione sia per quanto riguarda l’iniziativa prettamente dedicata alla nostra città – in programma sabato 27 maggio a Palazzo Ducale, partire dalle ore 15.00 – sia aderendo alle iniziative di carattere provinciale poste in essere in questo periodo.
Una giornata che si propone, attraverso il dovuto omaggio a tutti i consiglieri (o ai loro parenti più prossimi) di onorare la memoria degli eventi di sessant’anni fa, fatta di tante storie personali e collettive, storie di individui uomini e donne che diedero una risposta alta e nobile alla sfida dei tempi, che seppero interpretare i valori profondi della civiltà italiana ed europea volevano un’Italia libera per tutti, unita.

Il loro ricordo non vuole alimentare divisioni, vuole insegnarci la concordia, insieme con l’amore per la Patria e l’amore per la Costituzione, fondamento delle nostre libertà.
Temi che verranno trattati ad Gianfranco Pasquino professore di Scienze Politiche all’Università di Bologna e politologo di fama nazionale, introdotto dal Sindaco Graziano Pattuzzi e dalla Presidente del Consiglio Comunale Patrizia Barbolini.
Un ideale tuffo nel passato per comprendere al meglio le vicende del presente e attrezzarsi per il futuro che verrà…

Sarà inoltre possibile acquistare, sempre il 27 maggio, presso lo stand apposito delle Poste Italiane, il prezioso annullo filatelico che la locale Associazione Filatelico-numismatica sassolese , capitanata da Primo Severi ha realizzato per ricordare il primo Consiglio e il voto alle Donne.
Una mostra fotografica dedicata ai momenti maggiormente significativi del Consiglio Comunale e l’esibizione della Corale “Puccini” completano l’iniziativa. A seguire un rinfresco.

Mentre il 31 maggio (mercoledì, alle ore 21.00) è previsto il secondo momento della doppia iniziativa quando,in Sala Biasin, presso la Paggeria comunale di via Rocca, sotto l’egida dell’Assessorato alle Pari Opportunità alle ore 21,00 la serata dedicata al Diritto di voto, a cui partecipano la sociologa Laura Balbo e Caterina Liotti, presidente del Centro Documentazione Donna.
I lavori verranno aperti da un saluto di Susanna Bonettini, Assessore alle Politiche sociali e Pari Opportunità del Comune di Sassuolo e dalla testimonianza di Laura Tosi, Presidente ATCM e Sindaco di Sassuolo dal 1995 al 2004.

Due appuntamenti da non perdere quindi per celebrare in modo importante e proficuo questa ricorrenza.
E il 2 giugno, in un prosieguo coerente del senso complessivo della ricostruzione della memoria storica delle nostre radici sociali, si celebra la Festa della Repubblica Italiana.
Con una giornata che vedrà la partecipazione festosa delle scolaresche al concerto bandistico del 1 giugno in Piazzale della Rosa, in mattinata e il giorno successivo, 2 giugno, secondo concerto in Piazzale della Rosa aperto alla cittadinanza, con il saluto delle autorità.



PER LA TUA PUBBLICITA' 0536807013